Valmulini, Lariofiere e la caserma De Cristoforis le possibili location per la vaccinazione di massa

Caserma Carlo de Cristoforis Como

Ats Insubria è alla ricerca di spazi adeguati dove poter accogliere e gestire le operazioni di vaccinazione di massa che dovranno necessariamente partire entro i prossimi mesi. E sul territorio lariano sono tre le location individuate. Due, la caserma De Cristoforis e la zona dell’autosilo Valmulini, a Como, già visionate e una, «la più interessante», prossima a essere presa in esame, ovvero Lariofiere a Erba. La conferma arriva da Marco Magrini, coordinatore Covid dell’Ats Insubria. «Nei prossimi giorni contatterò il sindaco di Erba e ovviamente la dirigenza di Lariofiere per capire la loro eventuale disponibilità all’operazione e per fissare un sopralluogo. È necessario arrivare preparati quando si dovrà imprimere un’accelerazione alla campagna vaccinale», dice Magrini che punta a sottolineare con forza un aspetto ritenuto decisivo.
«Il ruolo fondamentale e sicuramente più gravoso spetta, soprattutto in questa fase iniziale di vaccinazione delle categorie più a rischio, alle varie Asst e ai medici di medicina generale. Successivamente, quando bisognerà iniziare a vaccinare grandi numeri di persone, noi vogliamo essere pronti per supportare le Asst e a fare la nostra parte. Ecco perché siamo al lavoro per cercare strutture idonee».
In elenco, dunque, la caserma De Cristoforis, già visionata, che avrebbe spazi adeguati per allestire un punto vaccinale ma che sembrerebbe non essere forse altrettanto idonea dal punto di vista viabilistico. Meglio andrebbe per l’autosilo Valmulini «utile per la logistica e per la sosta delle auto, al quale si affiancherebbe uno spazio adeguato da trovare nella zona industriale circostante, dove poter somministrare le dosi», dice Magrini.
Ancor più funzionale «potrebbe invece essere Lariofiere sia per ubicazione che per i parcheggi. Da qui il nostro interesse. Con questo polo in provincia di Como e la location già praticamente individuata a Malpensa per il territorio varesino, saremo in grado di coprire numeri molto elevati di vaccinazioni ogni giorno, sull’ordine di diverse migliaia», conclude Marco Magrini.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Massimo Cordasco , 16 Gennaio 2021 @ 15:47

    Con la costruzione di un camminamento pedonale di circa 500 metri fra l’autosilo Valmulini e la caserma De Cristoforis vi avrebbe la soluzione ottimale. In una circostanza del genere dovrebbe essere possibile intervenire con la massima urgenza, come in caso di terremoto, e, magari con la protezione civile, superare i vincoli burocratici. ATS, Regione, Comune avanti con coraggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.