Valmulini, si tenta una nuova strada. Ora è la volta della Questura

L’assessore alla Viabilità: «Offriremo agli agenti tariffe agevolate»
Profondo rosso per l’autosilo della Valmulini. Le cifre emerse dalla relazione allegata al bilancio di Como Servizi Urbani (Csu, la società interamente pubblica che gestisce l’impianto) non sembrano lasciare speranze.
A fine 2011 il parcheggio multipiano che si affaccia su via Napoleona potrebbe perdere, in base alle proiezioni, tra i 200 e i 250mila euro. Le casse sono dunque sempre più vuote. E diventa vitale riuscire a inventare in fretta soluzioni efficaci. «Ci stiamo lavorando – dice

l’assessore alla Viabilità di Palazzo Cernezzi, Stefano Molinari – Abbiamo alcune idee». La prima coinvolge la Questura. «Ho avuto di recente incontri con il questore e il vicequestore – dice l’assessore – Stiamo valutando l’opportunità di creare una tariffa agevolata per i poliziotti così da invitarli a lasciare l’auto in Valmulini. Ovviamente per chi ha orari fissi di entrata e uscita. Potrebbe essere un primo passo per tamponare l’emergenza».
Si studiano soluzioni. Anche se sembra sempre più evidente come ci sia poco da fare per questo parcheggio, svuotato letteralmente dal trasloco a San Fermo dell’ospedale Sant’Anna. Da allora, era l’ottobre di un anno fa, il fatturato è in verticale crollo. Nei soli ultimi mesi del 2010 il decremento è stato del 20%. Senza contare che al fatturato vanno comunque sottratti 130mila euro di affitto da girare al Comune di Como.
«La convenzione con la Questura può essere realizzata. Cercheremo di abbassare ulteriormente la tariffa, già molto competitiva (38,5 euro al mese, comprensiva di biglietto del mezzo pubblico) e che è già operativa in Valmulini», aggiunge sempre Stefano Molinari.
Come se tutto ciò non fosse già sufficiente, la struttura multipiano di Camerlata, benché di recente costruzione, necessità di interventi di manutenzione straordinaria in più punti e di lavori sugli impianti per un adeguamento obbligatorio alle normative vigenti.
Un ulteriore utilizzo dell’autosilo potrà essere collegato, come già detto anche in passato, alla futura bonifica della Ticosa. «C’è una situazione problematica che si verrà a creare prossimamente (le ultime voci dicono che si dovrebbe cominciare a metà ottobre) – specifica l’assessore alla Viabilità – a causa proprio dei lavori di bonifica del parcheggio dell’area Ticosa che eliminerà gran parte dei posti auto esistenti in questa zona, per circa 6 mesi. Ecco allora che sarà fondamentale riuscire a dirottare i tanti automobilisti in arrivo da fuori Como in questa struttura. In ogni caso, sarà decisivo riuscire a convincere gli utenti dei vantaggi collegati all’utilizzo dell’autosilo».
Tutto ciò potrebbe generare un aumento dei passeggeri sugli autobus che collegano via Napoleona con il centro. «Nelle ore di punta non ci sarà bisogno di rafforzare i mezzi pubblici – spiega Stefano Molinari – Ne passa in media uno ogni minuto e mezzo. Valuteremo la possibilità di incrementarli negli orari meno gettonati».
Infine, è allo studio un’altra idea per sfruttare il parcheggio. «Stiamo valutando con i tecnici comunali un’ipotesi aggiuntiva. Vale a dire, creare una convenzione favorevole anche per i dipendenti comunali in arrivo da fuori città – conclude sempre l’assessore Stefano Molinari – Oltre a ciò, stiamo anche ipotizzando altro. Magari in vista del periodo natalizio». La speranza è naturalmente di vedere un maggior numero di auto parcheggiate nell’autosilo della Valmulini.
La struttura, inaugurata nel febbraio del 2006, ha 636 posti auto suddivisi in sei piani ed è costata oltre 10 milioni di euro.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Sembra sempre più evidente come ci sia ben poco da fare per il parcheggio multipiano della Valmulini, svuotato letteralmente dal trasloco a San Fermo dell’ospedale Sant’Anna. Da allora, era l’ottobre di un anno fa, il fatturato è in verticale crollo. Nei soli ultimi mesi del 2010 il decremento è stato del 20%. Senza contare che al fatturato vanno comunque sottratti 130mila euro di affitto da girare al Comune di Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.