Vania Elettra Tam

emilio_alberti_autore_smallL’AUTORE
Vania Elettra Tam, la gioia dell’ironia
Comasca di nascita e milanese di adozione, Vania Elettra Tam ha studiato alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e alla scuola di Grafica Pubblicitaria del Castello Sforzesco. La sua opera è apprezzata  in Italia e all’estero: ha esposto  in città come Praga, Londra, Miami e San Diego. Tra le sue personali  milanesi sono da menzionare Un giorno di ordinaria pulizia a cura di Igor Zanti e Cronaca Rosa a cura di Alessandra Redaelli.  Il suo sito è www.vaniaelettratam.it

 

emilio_alberti_opera_smallL’OPERA
“Lady Cortesella” cerca nuovi amici con tablet e parabolica
Lorenzo Morandotti
Chi visita Como resta entusiasta scoprendo angoli nascosti che meritano attenzione. Per fortuna non pochi sanno della “Dama della Cortesella”, che occhieggia, con effetto “Monna Lisa”, da una falsa finestra al numero 33 di via Vitani. Il dipinto della dama dal volto enigmatico che campeggia nell’affresco è diventato il simbolo del quartiere della  Cortesella o, meglio, di ciò che ne rimane dopo il passaggio del “piccone demolitore” fascista degli anni Trenta.
Il quartiere all’epoca, popolare quanto antico – ci sono le tracce di un teatro di epoca romana e chissà quali altri segreti cela ancora il sottosuolo –  fu considerato una “sconcia suburra”, tra attività portuali lecite e il malaffare dei lupanari. Ora è uno dei quartieri più esclusivi del centro, con case spesso amorevolmente ristrutturate nel rispetto delle stratificazioni storiche. La via Vitani infatti  conserva diversi resti di case medievali, poi rimaneggiate in epoche successive e restaurate nel corso della seconda metà del XX secolo.
La donzella di cui dicevamo  fa capolino da una finta finestra al piano nobile di palazzo Sangiuliani, nel tratto della Vitani che porta verso via Cinque Giornate. Muta testimone del tempo che passa, i suoi occhi secondo alcuni pare vi fissino anche se vi spostate proprio come la più celebre Gioconda vinciana. Non si sa chi ne sia l’autore, ma si ipotizza che l’opera sia del XVII secolo.  Anni fa alla dama, che è diventata il logo dell’associazione “La Cortesella”, è stato dedicato un concorso di bellezza.
E adesso per “Lario ad Arte” e per salutare il nuovo anno con un’opera fresca di atelier, la pittrice Vania Elettra Tam ha voluto rendere omaggio a questo storico simbolo di Como immaginandosi una dama dei giorni nostri, appesa ai tanti fili della comunicazione digitale contemporanea: un tablet, un cellulare, un’antenna parabolica servono a questa “lady” lariana del XXI secolo per sentirsi un po’ meno sola ed enigmatica. L’opera si intitola (con gioco di parole tra la terminologia informatica e la radice della parola “Como”) Ladamadellacortesella.com, è un olio su tela e misura 45×35 cm. Non è affatto un caso che la si possa ammirare dal vero proprio in via Vitani, alla galleria d’arte “Marsiglione Art Gallery”, che è a pochissima distanza dall’affresco originale. Ironia (e anche autoironia), leggerezza e un pizzico di seduzione sono le frecce dell’arco di  Vania, che nei suoi lavori sa muoversi con originale destrezza tra surrealismo e poesia. E nella galleria che proponiamo sa anche farsi interprete in modo giocoso di alcuni capolavori della storia dell’arte riletti rigorosamente “dalla parte di lei”.

GALLERIA  (clicca su una immagine per visitare la Galleria)

[oi_gallery path="cultura/lario_ad_arte/vania_elettra_tam/gallery"]

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.