Variante della Tremezzina: è iniziata la spedizione del progetto dalla Provincia all’Anas

1ossuccioguarda il video

L’attesa opera

Dalla Provincia è partita la spedizione di seicento tavole
Una lunga serie di mail, che andranno avanti almeno per una settimana. Mittente, la Provincia di Como, destinatario, l’Anas. In allegato, tutto il progetto della variante della Tremezzina, poco meno di dieci chilometri di strada (esattamente 9,8), da Colonno a Griante (con 7.500 metri in galleria), che consentirà di evitare la parte più stretta della statale Regina, quella che è nota, oltre che per la bellezza dei suoi caratteristici paesi, anche per i tanti ingorghi e le strettoie che spesso causano code e rallentamenti.

Seicento le tavole che devono arrivare all’Anas, con la spedizione che è iniziata nella giornata di ieri. Di fatto il primo passo che sancisce il via all’attesissima opera. Secondo quanto stabilito dal decreto “Sblocca Italia” il tutto deve essere appaltato entro il 30 aprile 2015 e cantierato entro il 31 agosto successivo. Un’opera fondamentale e attesa da decenni che nello scorso mese di agosto – tramite l’inserimento nel decreto Sblocca Italia – è stata finanziata quasi per intero: 210 milioni di euro, su 330 complessivi. 
Nel frattempo emergono alcune caratteristiche della nuova strada. Si tratta, appunto, di una variante di quasi dieci chilometri tra Colonno e Griante, che serve a sgravare le quattro strettoie (Colonno stessa, Sala Comacina, Ossuccio e Lenno) del Centrolago dal traffico di transito.
Tra gli obiettivi dei progettisti, anche la massima riduzione dell’impatto della strada rispetto al paesaggio; ovviamente si vuole tutelare una zona con panorami che sono famosi in tutto il mondo.
La parti all’aperto saranno mimetizzate il più possibile, anche con la creazione di coperture artificiali che nascondano il più possibile l’opera. Questi punti sono tra Sala Comacina e Ossuccio, il cavalcavia della Val Perlana (alle spalle di Campo di Lenno) e dietro Mezzegra. 
«Ridurre l’impatto ambientale e adeguare la strada alle caratteristiche del territorio è uno degli obiettivi prioritari», specifica Mauro Guerra, deputato del Partito Democratico e sindaco di Tremezzina.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Code e disagi a Ossuccio: la Variante nasce per dare un taglio a queste situazioni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.