Variante della Tremezzina, gli albergatori: “Ora rispettate i tempi”

Variante della Tremezzina

“Abbiamo fin da subito sottolineato l’importanza di questo progetto della Variante – afferma Luca Leoni Presidente dell’Associazione Albergatori di Confcommercio Como – ma anche rimarcato più volte l’importanza di compattare il più possibile la chiusura per il bene della categoria”. In vista dei prossimi lavori per la Variante della Tremezzina, in partenza per il 29 di novembre, secondo le modalità stabilite dalla Cabina di coordinamento, l’Associazione Albergatori di Confcommercio Como ribadisce la sua preoccupazione per la chiusura della strada fino al 1 aprile. “Abbiamo chiesto di non chiudere oltre il 1 di marzo – continua Luca Leoni – il 1 aprile mette a disagio moltissime strutture che hanno già pianificato un’apertura posticipata rispetto agli altri anni con una conseguente perdita di fatturato”.

La stagione turistica ha inizio con il mese di marzo, i contratti e le prenotazioni si fanno con largo anticipo e avere una chiusura fino al 1 aprile creerà sicuramente dei forti disagi. Gli albergatori di Confcommercio Como chiedono a gran voce che si provino ad accorciare i tempi il più possibile. Sappiamo che la Variante della Tremezzina è un progetto importante e fondamentale ma è necessario tenere conto delle esigenze e delle difficoltà di chi opera sul territorio. “L’Associazione Albergatori – conclude Leoni – rimane come sempre a disposizione con spirito collaborativo per qualsiasi esigenza o necessità di confronto ma, visto il periodo dal quale stiamo uscendo, siamo seriamente preoccupati di avere ulteriori perdite e danni”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.