Variante della Tremezzina, lunedì all’esame gli ultimi pareri sul progetto

Code sulla Regina ad altezza di Ossuccio Code sulla Regina ad altezza di Ossuccio

Di cantiere in cantiere. Se la modesta frana di Argegno è ancora lì, immobile dopo sette mesi, sono invece giorni decisivi per il futuro di un cantiere ben più complesso, lungo e vitale per le sorti dell’economia e della mobilità lungo il lago. La Variante della Tremezzina, opera attesa da anni e passata attraverso diverse fasi progettuali, rinvii della Soprintendenza e nuovi studi, è infatti ormai realmente a un passo dal via libera definitivo e dalla relativa gara d’appalto.
Scade infatti lunedì il termine per presentare al Provveditorato interregionale alle Opere pubbliche gli ultimi pareri sul progetto, emersi dopo i più recenti aggiustamenti al tracciato iniziale, che hanno portato a quella che dovrebbe essere – è la speranza di tutti i soggetti coinvolti – la versione finale dell’infrastruttura: ovvero un percorso di 9,8 chilometri di lunghezza, di cui 9 all’interno di tunnel. Il costo stimato è di 330 milioni di euro.
Scatteranno poi 60 giorni per convocare la Conferenza dei Servizi.

L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola domenica 22 aprile

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.