Vecchio Sant’Anna, i letti Covid scendono a 40, ma il progetto ancora non c’è

Finestre rotte nei padiglioni dell'ex ospedale Sant'Anna (foto Nassa)

Che fine hanno fatto i letti per i pazienti post Covid nell’ex ospedale Sant’Anna? A fine marzo era stato fatto un sopralluogo con i tecnici di Provincia e Asst Lariana. Erano stati individuati tre padiglioni per ospitare 70 pazienti. Si era nel pieno della pandemia. Certo erano state evidenziate alcune questioni riguardo i costi e il personale, ma nulla di insormontabile. Negli stessi giorni, in poco più di una settimana è stato allestito un ospedale all’interno di Fiera Milano.

Ora, dopo un mese e mezzo, si torna a trovare traccia dei letti nell’ex Sant’Anna all’interno di un documento ufficiale redatto dall’Asst Lariana. Nella relazione si scopre però che i letti sono scesi da 70 a 40, che saranno residenze di tipo alberghiere, quindi a bassa assistenza sanitaria, per pazienti post Covid che non potrebbero seguire le disposizioni a domicilio. Il problema è che, come spiega proprio il documento, il progetto non è stato ancora sottoposto ad Ats Insubria. Impossibile quindi parlare ancora di una data di apertura.

“Sono interessati due edifici già fruibili – si legge nel documento – per un numero complessivo di 40 posti letto. A breve il progetto verrà sottoposto all’attenzione di Ats Insubria per il necessario percorso autorizzativo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.