Il vecchio Sant’Anna ha nuovi ospiti. In ospedale arrivano i cinghiali
Cronaca, Territorio

Il vecchio Sant’Anna ha nuovi ospiti. In ospedale arrivano i cinghiali

Alcune foto scattate dai cittadini testimoniano l’intrusione

(m.v.) Ospiti inattesi nel vecchio Sant’Anna. Non pazienti, nemmeno tecnici interessati a lavori di ristrutturazione, bensì cinghiali. Animali che si sono spinti dalla macchia della Spina Verde fino all’area che fa capo al vecchio nosocomio cittadino.
Che i cinghiali si stiano avvicinando sempre più ai centri abitati è cosa nota, e non riguarda solo questa zona dell’area urbana. Ma prima di oggi le segnalazioni avevano riguardato soprattutto Civiglio e mai l’ex Sant’Anna. Eppure, a conferma dell’intrusione, ecco alcune foto che sono state inviate da un telespettatore all’emittente locale Etv. A confermarlo, del resto, è stata la stessa Azienda Socio Sanitaria Territoriale Lariana che è già corsa ai ripari.
«Più di un esemplare dal parco della Spina Verde è arrivato fino alla zona boschiva alle spalle dell’area dell’ex radioterapia – fanno sapere al riguardo dall’Asst Lariana – Alcune tracce sono state trovate verso l’uscita su San Carpoforo».
L’azienda è in contatto con la polizia provinciale.
Gli animali probabilmente scendono di sera e di notte in cerca di cibo.
«Stiamo collaborando con la polizia provinciale – fanno sapere ancora dall’Asst Lariana – da tempo è stata posizionata anche una apposita gabbia. Tutte le sere i nostri vigilanti vanno a controllare l’area verde».
«Il problema in quell’area è noto – dice Marco Testa, Comandante della Polizia Provinciale – In un anno abbiamo catturato una quindicina di cinghiali. Si tratta di animali che si muovono in piccoli branchi e si spostano dove trovano condizioni migliori. A volte si sono spinti addirittura fino alla portineria. Non c’è comunque da aver paura, sebbene facciano danni non sono pericolosi per l’uomo – aggiunge – Adesso con la fruttificazione delle castagne probabilmente se ne vedranno meno, resteranno più nei boschi». E non si tratta solo di cinghiali: «Capita di trovare anche cervi». «Noi comunque, nonostante le recenti normative e la riduzione di organico che abbiamo subìto stiamo facendo il possibile, posizionando gabbie con l’intervento dei nostri uomini specializzati» conclude Marco Testa.

20 Settembre 2017

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto