Vent’anni fa l’omicidio di don Renzo Beretta, le iniziative diocesane

Don Renzo Beretta, prima pagina Corriere di Como

Alle 15.35 del 20 gennaio di 20 anni fa per don Renzo Beretta, parroco di Ponte Chiasso dal 1984, colpito a morte da un extracomunitario cui aveva prestato soccorso, si schiudevano le porte del Cielo. Un episodio che scosse in profondità l’intera comunità comasca. Il ricordo di don Renzo sarà uno dei momenti più significativi del “Mese della Pace” diocesano. Il vescovo di Como Oscar Cantoni celebrerà una messa nella parrocchia di Como-Ponte Chiasso, terra di confine e di frontiera, alle 17.30 di domenica 20. Quello stesso pomeriggio, dalle 14, la “Marcia della Pace” si snoderà dalle ex Caserme al Monumento alla Resistenza europea. Don Beretta era il prete dei migranti, a Ponte Chiasso aveva aiutato centinaia di disperati in fuga dai loro Paesi per guerre o povertà. Uno di loro, un 31enne marocchino con precedenti penali, che voleva denaro, lo ripagò dandogli la morte. Don Beretta era nato in un altro quartiere periferico, Camerlata, il 12 giugno 1922. Le ultime parole, prima di perdere conoscenza, furono: «Voleva solo farmi paura, ma non mi ha fatto niente».
Martedì alle 14, al Centro Cardinal Ferrari, di viale Battisti 8, saranno presentate altre iniziative in memoria di don Renzo, tra cui un progetto della Caritas diocesana a sostegno dei poveri di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.