Verbali annullati alla Polstrada: importanti sconti di pena in appello

Il Tribunale di Milano

Importanti sconti di pena per il vigile Davide Gaspa, per l’ex vice comandante della polizia stradale di Como Gian Piero Pisani e per il collega Lorenzo Falzetti. Sono stati decisi ieri pomeriggio dai giudici dell’Appello di Milano cui si erano rivolti gli imputati tramite i loro legali, Vincenzo Montano ed Elisabetta Di Matteo. Pene fortemente “abbattute”, rispetto a quanto stabilito a Como, con un incremento di soli 10 giorni per Pisani e Falzetti rispetto alle sentenze già passate in giudicato e relative ad altre contestazioni. I due partivano – per i fatti ieri in aula – da 2 anni (Pisani) e da 5 mesi e 20 giorni (Falzetti). Pena rideterminata anche per Gaspa, sceso da 12 mesi a 8 mesi. Gli sconti sensibili sono stati stabiliti in seguito a reati nel frattempo «estinti per intervenuta prescrizione». Un dispositivo complesso e di difficile interpretazione, quello letto a Milano, che verrà meglio dettagliato con il deposito delle motivazioni entro trenta giorni. Già a Como – rispetto a quanto era stato chiesto dalla pubblica accusa per questa ultima costola della vicenda che aveva coinvolto la Polstrada nel 2014 – le pene erano state dimezzate dai giudici. I fatti contestati facevano riferimento all’annullamento di una serie di verbali elevati dai vigili della polizia locale di Como in via Italia Libera ai danni di agenti della Polstrada.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.