Vercana rende omaggio a Caraccioli

Antonio Maria Caraccioli, Cristo e la Samaritana

L’associazione culturale “Schola Cajni”, in collaborazione con il comune di Vercana (amena località dell’alto Lario occidentale) e con la filarmonica locale, si appresta a presentare un interessante libro sulla figura del pittore Antonio Maria Caraccioli, nato a Vercana, nella piccola frazione di Caino, nel 1727 e qui morto nel 1801.
L’iniziativa si terrà a Vercana, presso la Sede della filarmonica, nella piazza della chiesa del Ss. Salvatore, il giorno 27 gennaio alle ore 16.
La scelta della data è assai significativa, dato che corrisponde al giorno della morte del pittore. Così pure è significativa la scelta della sede (coincidente in passato con l’oratorio della confraternita del Rosario) all’interno della quale sono presenti affreschi del Caraccioli.
Il libro che verrà presentato è opera di Rita Fazzini Trinchero e si intitola Antonio Maria Caraccioli da Vercana pittore.
Da parecchi anni Rita Fazzini Trinchero si interessa all’opera del pittore vercanino e ha pubblicato vari scritti concernenti le sue pitture presenti sul territorio, non solo altolariano. Il libro offre un’ampia panoramica della attività del Caraccioli, che si formò a Palermo e poi a Roma, avendo seguito gli spostamenti dei familiari, che erano emigrati in Sicilia per svolgervi l’attività di commercianti di vino, olio e aceto.
Vengono passate in rassegna le opere che il pittore ha lasciato, oltre che a Caino e a Vercana, nella Valle del Bregagno, e cioè a Cremia, a Musso e a Pianello del Lario, in Valle Albano (a Germasino, a Brenzio e a Stazzona), a Dongo, nella Valle del Liro (a Peglio), a Gravedona, a Trezzone, a Gera Lario e poi in Valtellina e in Valchiavenna (Buglio, Villa di Chiavenna, Piuro, Prosto, San Giacomo Filippo).
Si tratta della prima monografia che raccoglie in modo completo le opere note di un artista, sul quale esistevano fino ad ora soltanto alcuni studi di carattere molto specifico. Emergono così i rapporti del Caraccioli con la cultura artistica del suo tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.