Cronaca

Vernici e solventi per cambiare la faccia di Como

altLa città da ripulire
I volontari antiwriter in azione il 1° giugno per rimettere a nuovo la ringhiera del Cosia
(f.bar.) La lotta è cominciata nel 2013. Ring naturale, il centro storico di Como. Impari, almeno in apparenza, le forze in campo. Da un lato i graffitari, armati di bombolette spray e all’opera soprattutto di notte per avere il favore delle tenebre e dall’altro un manipolo di volontari animati esclusivamente dalla voglia di rendere accogliente la loro città: Como. Dopo tante razzie incontrollate e incontrastate da parte dei graffitari, alla fine è però spuntato all’orizzonte il gruppo “X Como più pulita”, guidato da Anna Ballerini, una commerciante del centro che, con pochi mezzi e tanta voglia, ha cominciato a ripulire le malefatte altrui.

Prima con alcuni amici, poi via via con una squadra sempre più grande «ma mai abbastanza», come ha più volte dichiarato. E subito il match si è fatto più duro. Dopo diverse uscite dell’associazione e tanti angoli di Como ripuliti, i writers sono tornati alla carica. E per alcune settimane si è innescato un vero e proprio duello a distanza. I graffitari hanno cercato di imporsi andando a sfregiare nuovamente i luoghi riportati all’antico splendore. Ma invano. Con il passare del tempo, infatti, il gruppo antiwriters – armato di stracci, pennelli e solventi – ha contrastato i vandali. 

 

Anche se si sono presentati i primi problemi. Non tanto per quanto concerne lo spirito di partecipazione, cresciuto nel tempo, quanto per le difficoltà nel reperire le risorse. Ovvero i soldi necessari per acquistare, ad esempio, vernici, solventi, grembiuli e ogni altro materiale utile per ripulire. E per cercare sostegno, è stata creata anche una pagina Facebook dove trovare le informazioni necessarie e poter eventualmente collaborare (https://it-it.facebook.com/xcomopiupulita  ). Il duello, per adesso, lo hanno vinto i volontari che non hanno mai desistito e sono andati avanti senza sosta nell’opera di pulizia. Ma non solo. Oltre a concentrarsi nel contrastare i writers, hanno anche ampliato il loro raggio d’azione. La loro voglia di rendere più accogliente e bella la città in cui vivono è infatti dilagata. E così sono ora in cerca di cento volontari per carteggiare e verniciare le barriere di protezione lungo le rive del fiume Cosia, tra via Magenta e il ponte di San Martino. L’appuntamento è fissato per il 1° giugno alle 7.30. Punto di ritrovo, l’entrata del Setificio in via Castelnuovo.

Nella foto:
Le barriere di protezione lungo le rive del fiume Cosia, tra via Magenta e il ponte di San Martino, che saranno ridipinte (Fkd)
27 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto