Cronaca

Vernici e solventi per cambiare la faccia di Como

altLa città da ripulire
I volontari antiwriter in azione il 1° giugno per rimettere a nuovo la ringhiera del Cosia
(f.bar.) La lotta è cominciata nel 2013. Ring naturale, il centro storico di Como. Impari, almeno in apparenza, le forze in campo. Da un lato i graffitari, armati di bombolette spray e all’opera soprattutto di notte per avere il favore delle tenebre e dall’altro un manipolo di volontari animati esclusivamente dalla voglia di rendere accogliente la loro città: Como. Dopo tante razzie incontrollate e incontrastate da parte dei graffitari, alla fine è però spuntato all’orizzonte il gruppo “X Como più pulita”, guidato da Anna Ballerini, una commerciante del centro che, con pochi mezzi e tanta voglia, ha cominciato a ripulire le malefatte altrui.

Prima con alcuni amici, poi via via con una squadra sempre più grande «ma mai abbastanza», come ha più volte dichiarato. E subito il match si è fatto più duro. Dopo diverse uscite dell’associazione e tanti angoli di Como ripuliti, i writers sono tornati alla carica. E per alcune settimane si è innescato un vero e proprio duello a distanza. I graffitari hanno cercato di imporsi andando a sfregiare nuovamente i luoghi riportati all’antico splendore. Ma invano. Con il passare del tempo, infatti, il gruppo antiwriters – armato di stracci, pennelli e solventi – ha contrastato i vandali. 

 

Anche se si sono presentati i primi problemi. Non tanto per quanto concerne lo spirito di partecipazione, cresciuto nel tempo, quanto per le difficoltà nel reperire le risorse. Ovvero i soldi necessari per acquistare, ad esempio, vernici, solventi, grembiuli e ogni altro materiale utile per ripulire. E per cercare sostegno, è stata creata anche una pagina Facebook dove trovare le informazioni necessarie e poter eventualmente collaborare (https://it-it.facebook.com/xcomopiupulita  ). Il duello, per adesso, lo hanno vinto i volontari che non hanno mai desistito e sono andati avanti senza sosta nell’opera di pulizia. Ma non solo. Oltre a concentrarsi nel contrastare i writers, hanno anche ampliato il loro raggio d’azione. La loro voglia di rendere più accogliente e bella la città in cui vivono è infatti dilagata. E così sono ora in cerca di cento volontari per carteggiare e verniciare le barriere di protezione lungo le rive del fiume Cosia, tra via Magenta e il ponte di San Martino. L’appuntamento è fissato per il 1° giugno alle 7.30. Punto di ritrovo, l’entrata del Setificio in via Castelnuovo.

Nella foto:
Le barriere di protezione lungo le rive del fiume Cosia, tra via Magenta e il ponte di San Martino, che saranno ridipinte (Fkd)
27 Mag 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto