Verso Lecco-Como: «Il derby, gara fondamentale per tutta la nostra gente»

Como - Juventus U23

E ora tutti concentrati sul derby di domenica sera allo stadio di Lecco. Il turno infrasettimanale di campionato ha ridato al Como il primo posto nella classifica del girone A. Una vetta da consolidare, se possibile, anche se la gara di domenica allo stadio Rigamonti-Ceppi (fischio d’inizio alle 20.30) è tutt’altro che abbordabile.
Mercoledì gli azzurri hanno approfittato dello stop dell’ex capolista Renate, crollata con un secco 3-0 con la Pro Vercelli. I lariani si sono infatti imposti, pure per 3-0, contro la Juventus Under 23. Azzurri subito in gol nel primo tempo con Massimiliano Gatto al 7’′ e raddoppio di Giovanni Terrani al 17’′ su rigore. A suggellare il successo, la realizzazione al 49′ della seconda parte di Franco Ferrari al 49’.
Una vittoria dedicata a Lorenzo Peli – fermato da un brutto infortunio, con tempi di recupero molto lunghi – e a mister Giacomo Gattuso, sostituito da Massimiliano Guidetti. Ancora non si hanno certezze per il ritorno in panchina del tecnico titolare dopo il malore di venerdì scorso prima dell’allenamento e il successivo ricovero per qualche giorno all’ospedale Sant’Anna per accertamenti.
Como primo con 46 punti, dunque, davanti al Renate (45) e alla Pro Vercelli (39), che ha a sua volta scavalcato l’Alessandria (38). I “grigi” non sono andati oltre lo 0-0 casalingo con il Lecco. E proprio il Lecco, come detto, sarà il prossimo avversario degli azzurri. I blucelesti hanno messo in difficoltà i “grigi”, e sono al sesto posto in graduatoria, in piena zona playoff. All’andata al Sinigaglia si sono imposti per 3-0 dopo aver dominato la partita, con un Como completamente apatico. Altri tempi, altra gestione tecnica. Ora il vento è cambiato e gli ospiti non vedono l’ora di dimostrarlo.
«Una partita fondamentale per tutta la nostra gente – spiega il direttore sportivo Carlalberto Ludi – La classifica ci sorride e ci deve dare forza. L’obiettivo non cambia: vincere ogni match, come con la Juventus. Era un avversario che temevamo, ma noi siamo stati bravi a imporre il nostro gioco».
Soddisfatto anche mister Massimiliano Guidetti: «Il successo con la Juventus? Ottima partita e giusta interpretazione, quella che volevamo dopo lo stop di Pistoia, con il comportamento in campo che ci attendevamo, con voglia, sacrificio e cattiveria nei momenti giusti. La prestazione importante che puntavamo a fare, con tantissima qualità».
Guidetti non pensa più di tanto ad una classifica che sta esaltando i sostenitori del Como: «Guardarla sarebbe sbagliato, una dispersione inutile di energie: le tabelle non contano. Ora ci attende il derby, un incontro in cui giocatori non hanno bisogno di essere caricati. Pensiamo soltanto alla sfida che ci attende domenica».
Nella squadra azzurra è tornato Davide Bertoncini, che con la sua esperienza potrà dare un importante supporto in questa fase con molti match. Non solo. Sono già stati schierati i nuovi Christian Koffi, Alvin Daniels e Nicholas Allievi. È già sul Lario anche Geoffrey Castillion. L’attaccante olandese, classe 1991, è giunto dal Persing Bandung (Indonesia).
«Gli ultimi arrivati erano già pronti a scendere in campo – ha concluso Guidetti – Nelle gambe hanno un discreto minutaggio. Avevamo bisogno di loro e non hanno deluso le aspettative, al pari di tutti i ragazzi, che ogni giorno in allenamento mettono impegno e dedizione».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.