Vertice tra Comune e Acsm-Agam dopo il guasto all’acquedotto

L'impianto di Acsm-Agam L’impianto di Acsm-Agam

Passata l’emergenza per il guasto all’acquedotto di pochi giorni fa, ieri  c’è stato un incontro chiarificatore tra Comune e Acsm-Agam. Il sindaco Mario Landriscina non aveva nascosto la rabbia per non essere stato informato per tempo del guasto. E così, a emergenza rientrata, l’assessore Vincenzo Bella ha chiesto un incontro per mettere a punto un sistema condiviso di gestione delle emergenze per ridurre al minimo l’impatto per i cittadini. Saranno a breve stabilite procedure per allertare la cittadinanza in modo più puntuale e veloce in occasione di eventuali imprevedibili criticità. «E’ stata una riunione utile e positiva – ha commentato l’assessore ai Lavori pubblici, Vincenzo Bella – Ho chiesto anche una relazione sulla situazione della rete idrica. E’ stato evidenziato come la manutenzione venga programmata ogni anno ed effettuata come da previsioni. La probabilità che si verificasse un incidente con gli impatti avuti la settimana scorsa era molto bassa e non era certo preventivabile». I dirigenti di Acsm-Agam hanno evidenziato che, da tempo vengono investite somme importanti nella gestione del servizio idrico. Nel 2017 sono stati effettuati interventi per 2 milioni e mezzo di euro e una somma analoga è a bilancio per il 2018.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.