Verzago, aeroporto operativo. Ripresa l’attività in aliante

Alzate Verzago Alianti

«Chi sarebbe mai aspettato di vivere una vicenda come questa? La stiamo superando con un lavoro di squadra. Da solo non ce l’avrei mai fatta». Non si nasconde Alessandro Scaltrini, presidente dell’Aeroclub volovelistico lariano, società che ha la sua base all’aeroporto di Verzago, nel comune di Alzate, struttura che lo stesso club gestisce e che è dedicata a Giancarlo Maestri.
Tra l’8 e il 9 marzo la chiusura dell’aeroporto per le problematiche legate alla diffusione del Coronavirus in un clima di incertezza e con la disponibilità a mettere a disposizione la pista nel caso ve ne fosse stata la necessità per la gestione di qualche emergenza. Stop alla scuola di volo, ai ritrovi dei soci, ai giri in aliante e anche alle due gare di campionato italiano che erano programmate in questa primavera. «La mia gratitudine va al Comune di Alzate – spiega il presidente – che ci ha supportato in quella che è stata una fase in cui spesso è mancata la chiarezza sul da farsi».
Una staffilata per il sodalizio, che nello scorso weekend ha rivisto la fine del tunnel.
I piloti dell’Avl hanno infatti ripreso la loro attività.
«Ritrovarsi è stato bello – afferma ancora il presidente Scaltrini – anche se questa ripartenza è stata organizzata con una serie di limitazioni. L’aeroporto è pieno di cartelli con tutte le indicazioni da seguire e la nostra club house è chiusa, con grande dispiacere per i nostri soci che l’avevano come riferimento per i loro momenti di incontro. Purtroppo la situazione che tutti conosciamo non ci concede alternative».
Tra le scelte quelle di non far salire due persone a bordo dello stesso mezzo. «Sale soltanto il pilota – aggiunge Scaltrini – anche sui biposto. Cosa che mi dispiace, non lo nego, perché ci impedisce di organizzare la scuola di volo, con allievo e maestro».
«Il mio auspicio è che questa fase possa essere superata al più presto, perché la scuola è storicamente un nostro fiore all’occhiello».
Attualmente i soci dell’Aeroclub sono 105. Scaltrini è al suo secondo mandato da presidente. Tra le attività anche quella dell’organizzazione di gare. Tra la fine di aprile e l’inizio di maggio era in calendario il Campionato italiano Classe Club, mentre in questi giorni si doveva svolgere una prova tricolore di acrobazie.
«Entrambe sono saltate – conclude Scaltrini – Quella di acrobazie è stata riprogrammata nel primo fine settimana di settembre, mentre per l’altra stiamo attendendo indicazioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.