Vetro e alcol ai giardini, arrivano le prime 6 multe

Birra-Giardini di Como

Scattano le prime multe contro il vetro e l’acol nei giardini pubblici. Dopo un vertice del vicesindaco e assessore al Decoro sociale, Alessandra Locatelli, al comando della polizia locale arrivano i primi dati. «I controlli sono cominciati mercoledì – spiega una nota del Comune di Como – In media 2-3 in ogni parco per ogni turno di servizio, e il provvedimento si è rivelato di efficacia immediata. In due giorni sono stati compilati sei verbali, tutti a stranieri, e sono stati effettuati cinque sequestri di bottiglie di vetro. In aggiunta sono state identificate 16 persone ed è stata chiesta la collaborazione di Aprica per la rimozione di rifiuti». Il Comune conferma però le criticità che avevamo fotografato nei parchetti di via Anzani e di via Leoni.
«In seguito ai primi controlli – spiega l’assessore Alessandra Locatelli –  la situazione è sembrata molto migliorata. L’effetto deterrente è stato evidente: proseguiremo con la stessa intensità e rigidità dei controlli». Ricordiamo che l’ordinanza rimarrà in vigore fino al 30 settembre e vieta di introdurre bevande di qualsiasi gradazione alcolica e recipienti di vetro in otto parchi pubblici con giochi per bambini.  I giardini sono quelli di via Anzani, via Leoni, via Vittorio Emanuele, via Italia Libera, via Canturina (Trecallo), piazza del Popolo, piazzale Giotto e via Traù. Le multe per i trasgressori vanno da 25 a 500 euro. Si può anche scegliere di pagare in “misura ridotta” 50 euro. Le bottiglie piene vengono sequestrate e confiscate e chi viene sorpreso a gettare il vetro è anche obbligato a ripulire la zona.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Sergio , 16 Giugno 2018 @ 14:15

    Voglio esprimere un grazie al Sindaco e all’Assessore per il loro impegno su questo fronte. Spero che i controlli continuino su tutto il territorio e che Como possa tornare ad essere apprezzabile e vivibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.