Via Borgo Vico vecchia, il sindaco assicura interventi di manutenzione
Cronaca

Via Borgo Vico vecchia, il sindaco assicura interventi di manutenzione

L’imprenditore della birra: «Pronti con un progetto di eventi»

I comaschi vogliono conservare la loro mancata “piccola Brera”, ovvero via Borgo Vico vecchia. A iniziare dal primo cittadino di Como, Mario Landriscina, e da chi ci vive e lavora. Quella strada-quartiere, mezzo chilometro di locali, arte e porfido, necessita però di interventi, e si dovrebbe partire proprio dalla pavimentazione.

«Certamente via Borgo Vico necessita di manutenzione e anche urgente – spiega il sindaco di Como – Chiederò ai tecnici che nel piano delle opere pubbliche venga considerata tra le priorità».
La presenza del porfido e il passaggio continuo delle auto di sicuro non facilita la conservazione.
«Certo e sono davvero tante le strade che richiedono interventi – dice ancora Landriscina – Durante il primo anno di mandato sono stati impegnati un milione e 500mila euro in aggiunta a quanto stanziato dalla amministrazione precedente solo per le strade. Non si può dire che non vi sia attenzione sul tema, che deve anche essere collocato nel contesto generale di altre priorità di intervento».

Landriscina ricorda infatti come ci sia da mettere mano subito alla sicurezza nelle scuole.
«Mi piacerebbe molto poter disporre di tutte le risorse che servono per accontentare ogni giusta esigenza – afferma ancora il sindaco – La salvaguardia di quella parte di città lo merita, come lo meritano altri importanti quartieri, e cito ad esempio Ponte Chiasso, che soffrono ancor di più di carenze strutturali ed infrastrutturali che, con impegno, pazienza e risorse, confidiamo di risolvere».

Un’apertura concreta dal Comune c’è, per valorizzare il quartiere, mentre dal suo interno ci si muove con progetti di recupero urbanistico, tra feste e cultura. Tra i più attivi sostenitori del progetto, l’artista Ester Negretti, che lì ha il suo atelier e nel 2017 aveva raccolto 200 firme per chiedere di riqualificare la via e chiuderla al traffico d’estate, venerdì e sabato sera. Tempo fa era stato anche proposto di nominare “Largo degli artisti” un tratto della via.

Tonino de Falco del Borgo Vico ha fatto un brand, il “Birrivico”, fortunato locale del quartiere. Non si arrende all’idea di non fare partire la “piccola Brera lariana”.

«Tutti i commercianti della via sono pronti a fare la loro parte – dice de Falco, mentre allestisce il Festival della Birra artigianale ai giardini a lago – Abbiamo presentato le nostre proposte di eventi, adesso sarebbe bello concludere positivamente la questione. Da soli non abbiamo la forza, ma se Palazzo Cernezzi ci aiuta, noi siamo pronti», conclude.

14 luglio 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto