Via Frisia, dove l’assurdo diventa asfalto

alt

Surreale rifacimento della strada: bitume nuovo soltanto al centro, immutate le zone laterali. E l’effetto è “zebrato”

(e.c.) Esistono piccole cose che, talvolta, assurgono a emblemi di guai ben maggiori. Via Frisia, strada secondaria ma trafficata nella zona del Bassone, risponde perfettamente a quella definizione. Anche perché non si tratta di una delle tante, tantissime arterie della città martoriate da buche o voragini di enormi dimensioni. In questo caso, infatti, si tratta di una plastica rappresentazione di

impotenza della pubblica amministrazione.
L’effetto “zebrato” è realmente ciò che si è presentato agli occhi di chiunque sia passato ieri dalla strada. E cioè un manto d’asfalto steso esclusivamente al centro della carreggiata, lasciando esattamente come prima i bordi esterni della sede stradale.
Una scelta cui è difficile credere senza avere le immagini davanti agli occhi, eppure ora inconfutabile. Per risparmiare qualche euro, presumibilmente, Palazzo Cernezzi (o, al limite, l’impresa incaricata) ha deciso di asfaltare soltanto il “cuore” della carreggiata, senza toccare le zone laterali, rimaste assolutamente immutate. Inutile dire che l’effetto finale – dando almeno per scontato che il transito di auto e moto sulla strada sia migliorato – ha ora un caratteristico aspetto bianco-nero-bianco che rappresenta una novità assoluta per i lavori pubblici lariani. E tutto senza contare che non soltanto via Frisia non è particolarmente larga e con l’asfalto nuovo posato soltanto in mezzo attirerà fatalmente il traffico verso la zona centrale; ma – e qui il discorso si fa più serio – a ieri, con tanto di comunicato ufficiale di Palazzo Cernezzi che annunciava la riapertura totale della strada per fine lavori, mancava totalmente la segnaletica orizzontale. Arriverà, probabilmente. E sarà un bene. Anche per dare un tocco ancora più vigoroso a quell’assurda zebra d’asfalto.

Nella foto:
Un’immagine eloquente del nuovo aspetto di via Frisia: un canale centrale scuro, che segnala la presenza del nuovo asfalto, in mezzo a due “ali” più chiare. (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.