Via Grandi, lastre di cemento pericolose. Il Comune per ora le ricopre soltanto con nastro colorato

Barriere pericolose in via Grandi

Via Grandi, in fondo alla Napoleona, è una delle strade più trafficate, soprattutto negli orari di punta, quando chi arriva da fuori Como entra in città.
La strada è costantemente attraversata da auto, camion ma anche da ciclisti che puntano verso il lago e motociclisti. Così, ormai diversi anni fa, per proteggere i pedoni, su entrambi i lati della carreggiata, vennero posizionati dei pannelli di cemento armato, alti circa un metro. Negli anni alcuni di questi pannelli sono stati letteralmente spazzati via in seguito a incidenti o manovre errate di auto e mezzi pesanti. Altri si sono ammalorati irrimediabilmente.
Qualcuno è ora attaccato pericolosamente al basamento solo dai tondini di ferro, ormai scoperti e arrugginiti. Ce ne sono pure di inclinati verso la strada. Trappole letali per motociclisti e ciclisti. E proprio da loro, anche nei giorni passati, sono piovute numerose segnalazioni. Un tema che sulle pagine del Corriere di Como è stato spesso trattato.
Così ieri mattina, quando ancora una volta qualcuno ha fatto presente la realtà esistente, la segnalazione è stata immediatamente girata all’assessore alla Sicurezza del Comune di Como, Elena Negretti. E l’intervento è stato immediato. «Ho subito allertato il settore Reti e strade che è intervenuto immediatamente per mettere in sicurezza i punti maggiormente a rischio», ha detto l’assessore.
Purtroppo però è vero che è stato sì fatto subito un intervento – come visibile dalle foto – ma a guardare quanto è stato messo in essere c’è da domandarsi quale efficacia possa mai avere.
Infatti, intorno alle lastre di cemento più rovinate e potenzialmente pericolose perché scheggiate o rotte in più punti, è semplicemente stato posto il classico nastro rosso e bianco usato dalla polizia comunale per delimitare l’area di un incidente o di cantiere. Sicuramente ciò permetterà di attirare l’attenzione di chi è alla guida, ma la risoluzione del problema, ovvero la rimozione della lastre e la realizzazione di un intervento migliorativo della situazione lungo la strada, almeno per ore non sembra essere in programma. «L’intervento è stato eseguito, adesso sul resto mi rimetto alla valutazione tecnica fatta dagli uffici», conclude l’assessore Negretti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.