Via Nino Bixio, la polemica: «Si doveva lavorare di notte»

Traffico alla rotonda di Santa Teresa per i lavori in via Nino Bixio (foto Nassa)

Mezza città in coda a causa del cantiere di via Nino Bixio. Disagi, rallentamenti e smog. L’odissea tra via Borgovico, via Bellinzona, via Per San Fermo e il lungolago è in corso da lunedì, quando è scattato il senso unico di marcia con direzione a salire e quindi solo in uscita da Como. L’intervento della polizia locale ieri, tra largo Spluga, via Borgovico e la rotonda di Santa Teresa, ha potuto ben poco. Fino a domani, con la fine dei lavori, si registreranno problemi. Proprio sul traffico di questi giorni a causa del cantiere intervengono Barbara Cereghetti, segretaria del Circolo Pd Como Nord, e Tommaso Legnani, segretario cittadino dei Democratici.

«Sarebbe stato opportuno fare i lavori di notte, ma a quanto pare Comune e Telecom non hanno trovato un accordo. A questo punto ci viene più di qualche dubbio che tutta la via si possa riasfaltare entro venerdì, come è stato detto». Inoltre i due esponenti dell’opposizione aggiungono: «Si dice che i lavori di giorno sono dovuti all’incompatibilità con altri cantieri Telecom. Ma allora perché l’amministrazione comunale si è intestardita per anticipare questo intervento? E comunque, considerato che ieri il cantiere era ancora all’altezza del bivio con via XXVII Maggio, avrebbero potuto almeno fare il senso di marcia alternato regolato da un semaforo».

La replica è arrivata dall’assessore alla Mobilità del Comune di Como, Vincenzo Bella. «I lavori per consentire la posa della fibra ottica lungo la via termineranno venerdì – ha assicurato ieri Vincenzo Bella ai microfoni di Espansione Tv – Successivamente si proseguirà con le asfaltature della strada, che saranno eseguite in orario notturno».

Infine, l’assessore di Palazzo Cernezzi lancia un appello agli automobilisti comaschi, comprensibilmente esasperati da questi giorni di caos.

«La posa dei cavi per diffondere il segnale Internet ad alta velocità – ha commentato – è una grande opportunità per la città, oltre che un dovere. Pazientiamo per avere un servizio necessario».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.