Viabilità al collasso, domani vertice in Prefettura

traffico in città

La disastrata gestione della mobilità, i cantieri che spuntano come funghi in diversi punti della viabilità e le conseguenti ricadute sui cittadini, finiscono in Prefettura.
Domani infatti alle 15 si riunirà il Tavolo di pubblica sicurezza e nello specifico il Comitato operativo viabilità. Chiaro il tema del contendere: analizzare le “emergenze viabilistiche determinate dalla presenza di cantieri in città”.

L’ultimo incredibile caso dei lavori in via Borgovico, avviati lunedì mattina e sospesi dopo poche ore viste le ricadute sulla circolazione stradale, sono state l’atto conclusivo di un periodo caratterizzato da lavori continui sulla A9 che hanno riversato sulla viabilità ordinaria molti mezzi e altri interventi programmati in città. Presenti al vertice ovviamente i rappresentanti di Comune e Provincia di Como, insieme ad Autostrade per l’Italia e al sindaco del Comune di Cernobbio. Proprio alcuni giorni fa infatti Matteo Monti, primo cittadino del paese rivierasco, aveva chiesto al prefetto di Como, Andrea Polichetti, di convocare un tavolo con al centro la viabilità. «Il mio intento è chiaro – dice il sindaco Monti – È necessario che venga istituito un Tavolo di coordinamento in Prefettura per coordinare i vari interventi sulle strade del territorio. Ci vuole una regia superiore che determini e analizzi la situazione. L’idea sarebbe di affidare questo incarico, se possibile, alla Prefettura stessa oppure alla Provincia di Como. Senza una regia dall’alto che possa gestire nel complesso la materia, non potranno che ripetersi simili situazioni di caos».

Anche perché oltre ai grandi lavori, tipo quello previsto e adesso rinviato a settembre in via Borgovico, nella situazione attuale basta anche un cantiere semplice e dalle modeste dimensioni per sconvolgere un equilibrio già precario. E di lavori ne sono presenti, come quello a Camerlata, tra le vie Badone e Paoli, che durerà fino all’11 settembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.