Viabilità provinciale, novità su Canturina Bis e variante di Cadorago

Villa Saporiti, sede della Provincia di Como

Canturina bis, si entra nel vivo del progetto.
Tra pochi mesi, con ogni probabilità a inizio 2020, partirà il cantiere – costo stimato di 2,6 milioni, metà dei quali a carico della Regione, 900mila euro dalla Provincia e 400mila euro dal Comune di Cantù – per realizzare una bretella di circa un chilometro tra Cucciago e corso Europa. «Passo importante anche nell’ottica di voler poi proseguire in futuro con l’infrastruttura e collegare Cantù con Mariano Comense», spiega Fiorenzo Bongiasca, presidente della Provincia di Como. Se i tempi verranno rispettati il termine lavori è in calendario per il 2022. Intanto sono in corso d’opera altri due importanti lavori sull’intera rete stradale provinciale.
Villa Saporiti ha infatti messo in appalto gli interventi per le asfaltature di alcuni tratti stradali – valore del bando oltre 2 milioni di euro – e una seconda operazione che porterà alla sostituzione di gran parte dei guard rail disseminati lungo le centinaia di chilometri della rete viaria, per un valore complessivo pari a 3 milioni di euro.
Novità anche per la futura variante tra Cadorago e Lomazzo. «Si tratta di un’opera importante per la mobilità in questa zona della Bassa su cui si sta lavorando da tempo – dice Bongiasca – Attualmente c’è un progetto presentato alla Regione a cui abbiamo chiesto fondi superiori ai 10 milioni di euro. Attendiamo la valutazione. Obiettivo partire l’anno prossimo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.