Viabilità, tra le priorità Arosio assediata dal traffico

Una tratto della Pedemontana

Due gli snodi a rischio individuati in un sistema viario tanto congestionato quanto fragile. L’attraversamento del comune di Arosio, visti i volumi di traffico, i rumori e l’inquinamento e la necessità del quadruplicamento di alcuni tratti per connettere efficacemente la statale 36 alla Pedemontana. Il Sindaco di Arosio Alessandra Pozzoli, oggi in commissione ha ribadito la necessità di risolvere il problema dei lunghi incolonnamenti che si sviluppano dall’uscita della SS36 di Arosio/Briosco fino alla prima intersezione semaforica di Arosio. Necessario in tal senso la realizzazione del sottopasso di Arosio con il cofinanziamento di Regione Lombardia. «Per quest’opera –ha assicurato il sindaco di Arosio – abbiamo già disponibili risorse proprie derivanti dagli oneri di urbanizzazione di un importante intervento di riqualificazione che gravita proprio sulla Novedratese». Immediato l’intervento della Regione. «È importante attivarsi per recuperare le risorse necessarie per realizzare l’interramento del tratto sollecitato dal sindaco di Arosio – spiega Alessandro Fermi, presidente del consiglio regionale – Regione Lombardia deve farsi parte attiva in termini di cofinanziamento visto inoltre che quest’opera si inserisce sull’unico collegamento significativo est-ovest presente in zona, capace di connettere tra loro la Valtellina e Malpensa». Attenzione poi è stata chiesta dal vicesindaco di Cermenate Federica Bernardi che ha sollecitato la Commissione a verificare i collegamenti previsti tra la Novedratese, la SS35 dei Giovi e la Pedemontana, in particolare per lo svincolo a cavallo tra Cermenate e Lentate sul Seveso, già programmato e inizialmente cantierizzato ma che, a seguito di un contenzioso con Strabag, sarebbe stato inserito in un successivo lotto di lavori inerente la futura riqualificazione della Milano-Meda. «Servono al più presto certezze e risposte concrete sullo sviluppo futuro di Pedemontana: i comuni interessati dal suo passaggio, non possono restare ostaggio di tempistiche indefinite e continue ipotesi di modifiche e variazioni del tracciato», ha detto Fermi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.