Viadotto dei Lavatoi, interventi sulle barriere. I new jersey saranno “bullonati” a terra

Il viadotto dei Lavatoi

Barriere bullonate all’asfalto contro il passaggio selvaggio dei mezzi pesanti dal viadotto dei Lavatoi. L’assessore alla Sicurezza di Palazzo Cernezzi, Elena Negretti, non ha fatto passare molte ore dalla segnalazione delle ripetute infrazioni al provvedimento definitivo. Il Comune di Como ha scelto insomma la linea dura per evitare che gli autisti dei mezzi pesanti imbocchino il ponte ed evitare qualsiasi rischio in una fase così delicata che precede i lavori sul manufatto.
Nei giorni scorsi alcuni residenti della zona avevano immortalato un Tir e un pullman turistico sul viadotto. Fotografie poi girate alla redazione di Espansione Tv. Segnalazioni simili sono arrivate anche in Comune.
Il ponte dei Lavatoi sarà così oggetto di un pesante intervento di messa in sicurezza, fino al termine del quale sarà vietato ai mezzi pesanti. Si può quindi immaginare, potenzialmente, quanto sia pericolosa l’infrazione di un camionista che, come accaduto, forza i blocchi per immettersi sul viadotto. Ieri mattina, come spiegato dall’assessore alla Sicurezza Elena Negretti, i tecnici del Comune e dell’azienda incaricata hanno effettuato un primo sopralluogo sugli imbocchi del ponte per studiare una soluzione che impedisca agli autisti di forzare il blocco.
Oggi gli stessi operai fisseranno all’asfalto i new jersey di cemento, attualmente solo appoggiati. Le barriere verranno anche dipinte di giallo con strisce catarifrangenti, in modo da essere più visibili. Previsto un aumento anche della segnaletica.
«L’obiettivo è che nessun autista di mezzo pesante, volontariamente o per errore, passi sul ponte – spiega l’assessore – e di concerto con il collega alla Mobilità Vincenzo Bella, valuteremo anche la possibilità di installare limitatori di altezza».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.