Viadotto del lavatoi, Gelpi: «Ripensiamo alla viabilità della zona e al secondo lotto della tangenziale»

Enrico Gelpi

«Il viadotto del Lavatoi va sistemato ed è la priorità; i disagi saranno forti, ed è per questo che, a mio giudizio, sul tavolo deve tornare la riflessione sul secondo lotto della tangenziale di Como». Parole di Enrico Gelpi, presidente di Aci Como, nella foto, che prende spunto dalla vicenda degli annunciati lavori al viadotto per tornare su un tema a lui caro, quello, appunto del secondo lotto della tangenziale di Como, un progetto che sembra essere destinato ad essere abbandonato. Ma Gelpi rilancia. «La premessa è che la struttura vada comunque sistemata per evitare rischi. Mi auguro che sia fatto di tutto per limitare i disagi, che comunque ci saranno, quando ci sarà la necessità di essere operativi nei giorni lavorativi».
«In questa situazione, penso sempre al fatto che molti mezzi, pesanti e non, non dovrebbero nemmeno essere lì – aggiunge il presidente dell’Aci di Como – Purtroppo l’attuale disegno delle strade impone il passaggio dalla città anche a chi non ha la necessità di transitare da Como, proprio perché manca una via che faccia da bypass».
«Il progetto c’è ed è quello del secondo lotto della tangenziale – sostiene ancora Gelpi – che consentirebbe di limitare la portata del traffico su quella zona, con tutto ciò che ne conseguirebbe, a partire dalla diminuzione di code, minore inquinamento e migliore vivibilità per tutti».
Ripensare il territorio e le infrastrutture, dunque, è la proposta. «Anni fa, proprio con il Corriere di Como ed Espansione Tv – conclude – fu portata avanti una battaglia per la terza corsia dell’autostrada. Ora che c’è, ognuno si rende conto della sua utilità e dei benefici che ha portato. Ritengo che ora tutti debbano ponderare la situazione della viabilità in città e valutare l’importanza del secondo lotto della tangenziale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.