Viale Geno, già altri lutti nello stesso tratto di lago

I soccorsi al ragazzino in viale Geno

Una scena spesso uguale. Una dinamica già più volte vista gli anni scorsi. Quando accaduto lunedì in viale Geno è solo l’ennesimo episodio che purtroppo si ripete e che potrebbe anche ripetersi in futuro. Più volte abbiamo scritto di ragazzi – e anche meno giovani – che hanno perso la vita (o sono stati salvati in extremis) in quel tratto di lago davanti a viale Geno, a pochi metri l’uno dall’altra. Fatti di cronaca che non sembrano voler finire.
Nel 2019 – ad esempio – aveva perso la vita un giovane studente del Cfp che si era recato sul pontile di viale Geno per festeggiare l’ultimo giorno di scuola. Era il mese di giugno. Abitava a Colverde e la famiglia era originaria del Ghana. Nell’agosto del 2017 invece a perdere la vita era stato un 20enne originario della Turchia e residente a Turate, annegato mentre faceva il bagno con alcuni amici. Il ragazzo era stato soccorso dai vigili del fuoco, che lo avevano recuperato dopo una lunga ricerca. Le sue condizioni erano apparse subito disperate e il ragazzo era morto all’ospedale Sant’Anna nonostante i tentativi dei medici di salvargli la vita. Anche all’epoca tutto era avvenuto in viale Geno: il ragazzo però, dopo l’ennesimo tuffo, non era più riemerso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.