Viale Geno,  non solo viabilità difficile e buche. Spariscono anche piante e fiori
Politica, Territorio

Viale Geno, non solo viabilità difficile e buche. Spariscono anche piante e fiori

Viale Geno, zona di pregio della città è nuovamente ripiombata nella bufera per le pessime condizioni di manutenzione, sia del manto stradale che del verde, denunciate dall’ex assessore dell’era Botta, Nini Binda e da Marco Butti (Fratelli d’Italia). E se sul fronte della confusione viabilistica e delle buche la polizia urbana assicura che si sta muovendo, è guardandosi intorno che «ci si accorge di una sconfortante realtà di degrado nella cura del verde», interviene Gianfranco Buzzi, ex responsabile del settore in Comune tra il 2004 e il 2009 e oggi candidato nella liste di Fratelli d’Italia.

«Quello che tutti purtroppo possono vedere altro non è che il risultato di una incapacità politica nel gestire la materia – prosegue Buzzi – Parlo del mio settore e devo dire con franchezza che lo scempio odierno deriva dalla mancanza di fermezza. Io seguivo giorno dopo giorno i lavori delle ditte incaricate. Ero sempre sul posto. Ogni mattina mandavo comunicazione a chi di dovere sugli interventi da fare. Oggi mi sembra che si stia lasciando troppa libertà agli incaricati di gestire la situazione. E non mi si venga a dire che mancano i fondi per la manutenzione. Sono cifre che si possono sempre trovare, certo poi si deve controllare, essere sul posto e non lasciare spazi».

E soprattutto «è inutile multare le ditte (come accadde la scorsa estate per dei lavori non eseguiti)». Un esempio è la passeggiata Ramelli «dove un tempo erano visibili fiori e piante dai colori vivaci in grado ovviamente anche di nascondere le tubazioni dell’acqua necessarie a irrigare. Oggi ci sono piante secche di lavanda, che neanche su un balcone di un privato si vedrebbero e tutti i tubi a vista. Uno scempio e un degrado per un città meravigliosa come è la nostra», chiude Buzzi.

17 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto