Viale Varese, domani il gazebo dei “No-parcheggio”

Ci sono già quasi quattrocento firme depositate in Comune a Como contro l’ampliamento del parcheggio di viale Varese. La petizione viene sostenuta dalle anime ambientaliste della città e in particolare dalle associazioni Circolo “Angelo Vassallo” – Legambiente Como, Fiab Como Biciamo, Iubilantes, Città Possibile, Wwf, Lipu Como, Chiave di Volta, Italia Nostra Como, Arci provinciale Como. Anche i Verdi, per voce della coordinatrice Elisabetta Patelli, si erano subito espressi in modo contrario alla proposta.
Domani, sabato, in via Boldoni dalle 9 alle 14, è previsto un gazebo per raccogliere ulteriori adesioni.
Il fronte del “no-parcheggio” parte da due presupposti. Il primo riguarda l’impatto che il cantiere potrebbe avere sulla viabilità cittadina e il secondo è legato alla convinzione che un aumento degli stalli in centro porterebbe a fare crescere anche il numero di auto dirette verso la convalle e di conseguenza il traffico.
Di certo il Comune dovrà in qualche moto intervenire sull’area di viale Varese, da troppo tempo degradata. Nella zona tra via Cinque Giornate e via dell’Annunciata si contano durante il giorno almeno cinque parcheggiatori abusivi, pronti a chiedere monetine anche con modi aggressivi, in particolare a donne e anziani. L’assenza di regolamentazione dell’accesso nel controviale crea inoltre ingorghi e inquinamento.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Sergio , 22 Giugno 2018 @ 13:30

    Personalmente preferirei riqualificare Viale Varese limitando i parcheggi e aumentando il verde, aree pedonali e ciclistiche. Perchè non fare un mega autosilo in zona Stazione Centrale con collegamneti rapidi ed ecologici per tatta la Città ne beneficerebbe anche chi dovesse utilizzare il treno per spostamenti fuori sede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.