Viale Varese, i residenti chiedono un’assemblea pubblica
Cronaca

Viale Varese, i residenti chiedono un’assemblea pubblica

“Domani è un altro giorno”. Questa celebre frase, resa immortale da un film, presagiva un futuro tutto da scoprire.

Non è così però a Como, dove il caso del parcheggio in viale Varese è ormai una garanzia quotidiana di discussioni e polemiche. E così anche ieri, mentre Confesercenti iniziava la raccolta firme a sostengo del piano della Nessi & Majocchi, sul fronte dei residenti – che nelle settimane scorse hanno invece raccolto più di 1.200 firme contro il posteggio – si fa un ulteriore passo in avanti con la richiesta di un’assemblea pubblica.

La promotrice della raccolta firme tra i residenti, Luisa Todeschini, e le associazioni Circolo Angelo Vassallo-Legambiente Como, Fiab Como Biciamo, La città possibile Como, Iubilantes, Wwf Insubria, Lipu Como, Italia Nostra Como e Arci provinciale Como hanno infatti chiesto alla giunta «di indire un’assemblea tematica per consentire il massimo coinvolgimento della comunità, per un tema di rilevante interesse pubblico». Richiesta che giunge a distanza di poche ore dalla polemica scoppiata tra le opposizioni, compatte, e Patrizia Maesani (Fratelli d’Italia) che ha ritenuto irregolare il passaggio in commissione Urbanistica, da lei presieduta, del secondo progetto per viale Varese, quello elaborato da tre ingegneri.

«Quest’area pubblica è un bene comune, di rilevanza monumentale – spiega il fronte dei residenti – Un’area da valorizzare ma il cui futuro non può essere opzionato a favore di uno dei due progetti, con l’aumento di almeno il 46% dei posti auto presenti e con tutto ciò che ne consegue in termini di attrazione di nuovo traffico e inquinamento. È necessario un confronto aperto». Entrambi i progetti, infatti, prevedono tra gli 85 e i 96 nuovi posti auto e un ridisegno del verde.
Intanto Confesercenti sarà a Porta Torre anche domani e sabato per la raccolta firme. «Crediamo nell’ipotesi Nessi & Majocchi e stiamo valutando con gli ambulanti del mercato di pagare ai clienti che spenderanno una certa somma, il ticket del parcheggio per la prima ora», spiega il presidente di Confesercenti, Claudio Casartelli.

11 luglio 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto