Viale Varese, il Wwf contro i nuovi parcheggi

Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese

Gli ambientalisti riaccendono il dibattito sui parcheggi di viale Varese a Como. Ieri il Wwf ha dichiarato il proprio netto dissenso al progetto di parcheggi a raso di cui si è tornati a parlare in questi giorni, invitando l’amministrazione comunale di Como a respingerlo. «Come già per la passata ipotesi di realizzare nell’area un autosilo – scrive in una nota il Wwf comasco – siamo contrari alla proposta d’incrementare i parcheggi in viale Varese».

Secondo l’associazione ambientalista, l’opera infatti comporterebbe l’inevitabile compromissione del pregevole viale alberato ivi presente, dando luogo inoltre a un ulteriore incremento del traffico veicolare privato in una zona già congestionata, così da aumentare l’inquinamento atmosferico e le problematiche di salute per la cittadinanza.

Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese

«Tutto ciò nei confronti di un’opera dall’utilità più che dubbia – a detta di Pierangelo Piantanida, vicepresidente del Wwf Insubria e referente operativo a Como del sodalizio – poiché si pone in netto contrasto con le moderne teorie urbanistiche e di fluibilità del traffico, che vedono invece sempre più collocare tali strutture al di fuori dei centri urbani, da collegare ad essi con una funzionale ed efficiente rete di trasporti pubblici».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.