Vicenda acqua, lo “strappo” dell’Altolago in conferenza
Economia, Politica, Territorio

Vicenda acqua, lo “strappo” dell’Altolago in conferenza

La provincia di Como perde un pezzo. Almeno simbolicamente. I sindaci dei Comuni dell’Altolago, ieri sera, hanno abbandonato la riunione convocata per il rinnovo del consiglio di amministrazione dell’Ato – l’organismo che governa, dal punto di vista politico, tutto ciò che concerne l’acqua pubblica – e hanno accusato i partiti di spartizione delle poltrone.
In precedenza, gli stessi amministratori altolariani si erano astenuti sull’elezione di Mario Landriscina a presidente della conferenza dei sindaci dell’Ato.
Uno strappo in piena regola, che ha visto in prima fila il vicepresidente della Provincia, Fiorenzo Bongiasca, uscito infuriato dalla riunione (così almeno a detta dei bene informati).
Tutta la vicenda è ruotata attorno alla mancata conferma nel cda dell’Ato del sindaco di Cremia, Guido Dell’Era. La lista alla fine votata dall’assemblea era infatti composta dal vicesindaco di Olgiate Comasco Paola Vercellini (indicata dal Partito Democratico), dal consigliere di minoranza di Cabiate Isaia Villa (in quota Lega), dal sindaco di Alta Valle Intelvi Marcello Grandi (di area forzista) e dal vicesindaco di Barni Matteo Belgeri anch’egli vicino a Forza Italia). A questi quattro nomi va aggiunto quello di Maria Luisa Cribioli, direttamente nominata dalla presidente della Provincia.
L’esclusione di Dell’Era, hanno sostenuto gli amministratori dell’Altolago, è stata decisa senza consultare i territori. E a nulla è servita la mediazione tentata da alcuni esponenti di Forza Italia i quali hanno proposto – con l’accordo di Landriscina, pronto a fare un passo indietro – di lasciare allo stesso Dell’Era la presidenza della conferenza dei sindaci.
Il risultato è stato uno strappo in piena regola.
Prima, come detto, l’astensione sulla presidenza. E poi, plateale, l’abbandono della riunione al momento dell’indicazione del nuovo cda.
Una rottura che a pochi giorni dall’assemblea sulla fusione delle società partecipate in Como Acqua rischia di mettere nuovamente in discussione un progetto faticosamente rielaborato.

20 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


UN COMMENTO SU QUESTO POST To “Vicenda acqua, lo “strappo” dell’Altolago in conferenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto