Vicenda ospedale di Saronno: interrogata la cugina dell’infermiera di Lomazzo

Interrogatorio di quattro ore ieri davanti al pm di Busto Arsizio per la cugina 67enne di Laura Taroni, l’infermiera comasca arrestata con l’accusa di aver ucciso in marito spalleggiata dal compagno Leonardo Cazzaniga.

La cugina – che risiede in un Comune del primo bacino del Lago di Como – deve rispondere per le presunte false dichiarazioni rilasciate alla Procura quando fu sentita in fase di indagine nel luglio 2015. Proprio a cavallo di quell’interrogatorio la donna finì spesso nelle intercettazioni telefoniche con la Taroni di cui era una sorta di “confidente”, commentando in modo molto duro la morte sia del marito della cugina, sia della madre di lei.

Probabilmente, tuttavia, proprio da quelle intercettazioni il pm si è convinto che la donna non abbia dichiarato nell’interrogatorio ciò di cui era al corrente e per questo ieri la donna è stata sentita a lungo in Procura. Su di lei è stato aperto un fascicolo parallelo a quello che ha portato in carcere l’infermiera e il suo compagno.

Articoli correlati