Victory domina

Non è nata evidentemente sotto una buona stella la gara di Cernobbio del Mondiale Class 1 per Guido Cappellini. Dopo essere stato costretto a fermarsi per un problema tecnico nelle prove di venerdì, ieri nella prima prova iridata lo scafo “Poliform”, con a bordo il pilota comasco e Giampaolo Montavoci, si è fermato nelle fasi iniziali per un altro guasto (la rottura di in interruttore che ha bloccato l’afflusso di benzina a un motore).
Oggi alle 14,30 si disputa il secondo Gran premio

e, dopo un lavoro durato tutta la notte da parte dei tecnici, il campione comasco spera di regalare qualche soddisfazione ai suoi tifosi.
La gara di ieri è stata dominata da “Victory”, scafo degli Emirati Arabi Uniti che, dopo essere scattato dalla pole position, ha preso il largo e non è stato più raggiunto, imponendosi alla media di 171,65 chilometri orari.
Alla fine hanno dunque festeggiato Arif Al Zafeen e Nadir bin Hendi (24° successo nella loro carriera e terzo quest’anno), che si sono imposti con ben 41’’ di vantaggio su “Spirit of Qatar”, guidato da Ali Al Neama e dall’italiano Matteo Nicolini. Sul terzo gradino del podio hanno terminato i portacolori del Team Abu Dhabi, Ahmed Al Hameli e Majed Al Mansoori.
«Qualcuno potrebbe anche pensare che sia stato un successo facile – ha detto al termine Nadir bin Hendi – ma non è stato così. Certo, nella parte finale ci siamo limitati a controllare, dopo che avevamo acquisito un buon vantaggio. Ma siamo solo a metà dell’opera, perché oggi in gara 2 dobbiamo completare il lavoro».
«Siamo comunque soddisfatti per il nostro risultato – sostiene dal canto suo Matteo Nicolini, secondo classificato – A livello di velocità, penso che noi andassimo più forte di “Victory”, che però ha una incredibile accelerazione e su questo fronte noi dobbiamo migliorare».
Oggi, dunque, si disputa la seconda gara che sarà seguita, è facile prevedere, da un folto pubblico di appassionati e di curiosi sulle sponde del Lario, come del resto è avvenuto anche nella giornata di ieri.
Il via del Gran premio di Cernobbio è fissato per le 14.30. La competizione sarà preceduta, tra le 10 e le 10.30, dalle prove libere.
«Purtroppo nei primi due giorni le cose non sono andate bene – spiega Guido Cappellini – ma la speranza, nella seconda gara, è che arrivi un risultato importante. Il nostro è uno scafo di grandi potenzialità che è ancora in fase di sviluppo. Speriamo, comunque, che la corsa di oggi possa essere più soddisfacente per tutti, visto che le acque del Lago di Como mi hanno sempre portato bene e ci sono tanti appassionati che mi sono vicini e fanno il tifo per me».

Massimo Moscardi

Nella foto:
“Victory”, l’imbarcazione che ha vinto gara 1 (fotoservizio Renato Gaggio)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.