Vighizzolo di Cantù, donna muore in casa: è omicidio

I carabinieri a Vighizzolo, sul luogo del delitto

Una lite, l’ennesima di una lunga serie. Poi, al culmine della discussione, l’uomo ha afferrato un coltello da cucina e ha colpito a ripetizione la mamma della sua compagna, una donna di 79 anni che si è accasciata a terra e non ha avuto scampo nonostante l’intervento dei soccorsi.
Il delitto è avvenuto a Cantù, nella frazione di Vighizzolo, in via Cartesio.
La vittima, Celestina Castiglia, abitava al piano terra della palazzina. Nell’appartamento al piano superiore vivono invece la figlia Sonia e il compagno, Massimiliano Bellugi, 40 anni, con il figlio di lei.
Nella tarda mattinata di oggi, secondo le prime ricostruzioni compiute dai carabinieri, tra l’anziana e il genero sarebbe scoppiata l’ennesima lite. I due erano soli in casa. Massimiliano avrebbe afferrato un coltello dalla cucina e avrebbe inferto numerose coltellate a Celestina, lasciandola poi a terra, ferita in modo gravissimo.
Il 40enne si è poi allontanato dall’abitazione, ma pochi minuti dopo, mentre era ancora a Cantù, nella zona dell’ospedale, ha chiamato i carabinieri e ha raccontato di aver accoltellato la suocera.
Mentre i militari dell’Arma della compagnia di Cantù hanno rintracciato e raggiunto Bellugi, in via Cartesio, a Vighizzolo sono stati inviati i soccorsi.
È atterrato anche l’elicottero del 118, ma per la 79enne non c’è stato nulla fare.
L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola mercoledì 2 ottobre



Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.