Omicidio di Vighizzolo, l’ultimo saluto all’uomo ucciso dal nipote

Dopo lo sgomento di fronte a un assurdo fatto di sangue, oggi hanno avuto spazio la pietà e il perdono cristiani.
Cantù nel pomeriggio ha dato l’estremo saluto a Giovanni Volpe, l’anziano ucciso dal nipote a Vighizzolo con 19 coltellate in tutto, all’addome, alla schiena e alla gola.
Un intero paese si è stretto intorno alla famiglia dell’ex bidello di Cantù, ucciso dal 26enne Luca Volpe. La tragedia ha avuto luogo lo scorso 16 marzo. Molte le persone che hanno voluto dare l’ultimo saluto al pensionato, nella parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, in frazione Vighizzolo. Presente tra i fedeli in preghiera anche il sindaco della città del mobile, Edgardo Arosio.
«Siamo qui con un cuore appesantito ma lasciamoci abbracciare dal perdono», ha detto nella sua omelia il parroco don Carlo Carubelli che ha celebrato il rito funebre con don Cristiano Castelli.
L’approfondimento sul Corriere di Como in edicola sabato 25 marzo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.