Vigile di Como, un altro anno a Brindisi

Il caso limite
Un altro anno all’Inps di Brindisi per l’agente della polizia locale di Como da anni distaccata in Puglia.
Il comandante della polizia locale, Antonello Ghezzo e l’assessore alla partita, Paolo Frisoni hanno dato il loro assenso alla delibera di Palazzo Cernezzi firmata dal dirigente del settore Risorse umane, Rossana Tosetti, e affissa all’Albo Pretorio.
Il prolungamento del periodo scadrà il 31 dicembre 2015.
Una decisione che va contro però a quanto affermato alcuni mesi fa dall’amministrazione comunale di Como.
«Si tratta dell’ultima proroga di una vicenda che deve arrivare a una conclusione – spiega l’assessore Frisoni – Ho parlato anche con l’agente e avevamo stabilito un prolungamento fino alla fine di giugno. Poi è arrivata la richiesta dell’Inps di Roma per tutto l’anno e abbiamo aderito». La determina dà anche il nulla osta del Comune al trasferimento definitivo della dipendente proprio all’Inps, che dovrà presentare richiesta entro la scadenza della proroga. «In caso contrario, la dipendente dovrà riprendere inderogabilmente servizio presso il Comune di Como con effetto dal 1° gennaio 2016».
«La determina parla chiaro – aggiunge l’assessore Frisoni – si tratta dell’ultimo atto di una questione che abbiamo ereditato». È bene chiarire ad ogni modo che il distaccamento dell’agente non comporta aggravi di spese per il Comune, dato che Palazzo Cernezzi recupera ogni anno dall’Inps l’intera retribuzione della dipendente.

P.An.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.