Vigile elettronico, quasi 800 multe in 3 giorni. Così il Comune castiga i furbetti della Ztl

Videosorveglianza

In tre giorni il nuovo vigile elettronico di Como ha rilevato dal 3 al 5 dicembre scorsi 782 violazioni: 220 il primo giorno, 280 il secondo e 282 il terzo. E dato che la sanzione è di 81 euro, ma se pagata entro 5 giorni dalla notifica è ridotta a 56,70 l’incasso varia da 63mila a 44mila, più spiccioli.
«Dalla mezzanotte del 3 dicembre scorso – ha detto ieri a Palazzo Cernezzi il comandante della polizia locale di Como, Donatello Ghezzo – sono entrati in servizio i varchi del nuovo sistema di presidio, con un sensibile incremento delle sanzioni perché sono presidiati accessi che prima non lo erano: via Rodari, via Cairoli, via Garibaldi e via Dell’Annunciata. Inoltre i varchi sono presidiati anche in uscita e quindi provvedono a sanzionare veicoli autorizzati all’accesso ma limitatamente a certe fasce orarie. Se ho un permesso di accesso fino alle 17 e il vigile mi fotografa all’uscita alle 18, scatta la sanzione».
La maggior parte delle infrazioni, ha detto ieri Ghezzo, è stata registrata nei primi giorni di attività del nuovo vigile elettronico per i varchi di via Rodari e via Cairoli, ed è fisiologico: prima non erano presidiati dal vigile elettronico.
Che scenario si apre adesso? «Mi aspetto che si torni pian piano al livello normale di violazioni che si registrava prima, tra le 60 alle 70 al giorno, anche considerando che ora la capacità accertativa è maggiore e che comunque abbiamo in atto una forte campagna di comunicazione per segnalare le novità».
«Il media il tempo della notifica è di 60 giorni dalla data della violazione – ha precisato ieri il comandante Ghezzo – Ma non vogliamo arrivare alla situazione in cui chi non è al corrente del nuovo sistema di monitoraggio si veda arrivare una valanga di multe in successione. Dato che il nostro fine non è sanzionare o fare cassa ma fare in modo che il traffico nella zona designata sia effettivamente limitato ossia dentro certe precise regole, le sanzioni dei primi tre giorni di dicembre con il nuovo sistema saranno spedite già entro questa settimana. Auspico pertanto che in questo modo i trasgressori ricevendo il primo verbale evitino d’ora in avanti di entrare indebitamente nella Ztl».

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Sergio , 12 Dicembre 2018 @ 19:10

    Ora resta da vedere se saranno capaci d’incassarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.