Vigili del fuoco di Cantù, scongiurato lo sfratto

I pompieri di Cantù non rischiano più lo sfratto. Non subito, almeno: in teoria, dovrebbero lasciare l’immobile di via Bolzano numero 4 il prossimo 18 marzo. Ma, per ora, la proprietà ha preso l’impegno davanti al prefetto di non avviare la procedura esecutiva.

Un impegno che deriva da un accordo: il Comune di Cantù comprerà l’immobile tramite una permuta.

Il percorso è stato formalizzato questa mattina nel Palazzo del Governo, a Como, davanti al prefetto Bruno Corda, al sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero, e ai rappresentanti dei vigili del fuoco e della proprietà dell’immobile dove oggi ha sede il distaccamento canturino dei pompieri.

Al termine della discussione, «è stata condivisa – si legge nel comunicato della Prefettura – l’attuazione di un percorso volto all’acquisizione da parte del Comune di Cantù dell’immobile mediante la permuta con un immobile di proprietà comunale».

Ancora non si conosce quale immobile il Comune di Cantù cederà in cambio dello stabile di via Bolzano 4, dove hanno sede i vigili del fuoco.

«La vicenda va verso una soluzione positiva – commenta il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero – Ora dobbiamo assegnare le perizie per far valutare gli immobili comunali vendibili e poi la proprietà dello stabile dei pompieri valuterà quale di questi è adatto alla permuta. Ovviamente deve essere di pari valore».

Quando la permuta verrà completata e il Comune di Cantù diventerà proprietario del distaccamento di via Bolzano  4, i vigili del fuoco continueranno a pagare l’affitto. Non più all’attuale proprietà, ma al municipio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.