Vigili di Como, oltre 170 sanzioni al giorno

Un momento della festa della polizia locale di Como Un momento della festa della polizia locale di Como

Due i momenti toccanti in apertura dei festeggiamenti della polizia locale di Como. Innanzitutto la consegna della bandiera del corpo al nuovo comandante Donatello Ghezzo. «È un onore ricevere questo vessillo che certifica il 146° anniversario di fondazione», ha detto il numero uno del corpo che ha poi chiesto un minuto di silenzio per ricordare Gregorio Nardone, a lungo vicecomandante dei vigili e recentemente scomparso.
Ieri pomeriggio erano in tanti, nella sala Stemmi di Palazzo Cernezzi, i partecipanti alle celebrazioni dei vigili. Tra divise d’epoca, assessori e rappresentanti delle istituzioni, alla cerimonia ha preso parte anche il vescovo di Como, Diego Coletti.
Impossibile, ovviamente, non analizzare i numeri dell’attività svolta nel 2014. Dati che però il comandante, in servizio a Como da pochi mesi, non ha voluto commentare, visto il suo recente insediamento.
Ma veniamo ai numeri. I sei ausiliari della sosta hanno comminato più di 20mila multe per veicoli parcheggiati in aree vietate. Sono poi state accertate 22.639 infrazioni amministrative al Codice della strada, 18.865 quelle verificate dai sistemi di rilevazione elettronici (i cosiddetti vigili elettronici), 821 quelle rilevate d’ufficio e 68 le violazioni al regolamento di Polizia locale. In tutto, sommando il lavoro degli ausiliari, si arriva a 62.502 sanzioni amministrative. Ovvero 171 al giorno.
Sono poi state ritirate 86 patenti e accertate 369 infrazioni per mancata revisione delle autovetture con conseguente provvedimento di sospensione dalla circolazione. Il numero degli incidenti stradali rilevati nel 2014 è pari a 652, di questi 376 con feriti e 1 con esito mortale. In 29 casi il conducente è risultato in stato di ebbrezza e in 6 sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope. In 10 occasioni si è verificata un’omissione di soccorso.
Gli agenti della polizia locale hanno inoltre effettuato 1.825 posti di controllo, ispezionando 19.269 veicoli.
«Operiamo in un campo difficile con molti problemi e risorse non adeguate. Tagli e sacrifici, inoltre, ci accompagneranno ancora. La città ha bisogno di voi e i cittadini anelano a una città sicura e tranquilla: la sicurezza è una garanzia della qualità della vita», ha detto ai vigili l’assessore alla Sicurezza, Paolo Frisoni. In chiusura è intervenuto il sindaco. «Questa festa è un’occasione per ringraziare tutti gli agenti che operano quotidianamente. Il vostro è un compito difficile – ha detto Mario Lucini – Dovete essere vicini ai cittadini e rigorosi custodi delle regole». I festeggiamenti sono proseguiti alle 18.30 in Duomo con la celebrazione della messa, officiata dal vescovo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.