Vigili, lettera anonima a Grieco (Pd). E lui: «Introzzi ora faccia chiarezza»

alt

Il caso della polizia locale
Clima avvelenato in Comune sul pasticcio della nomina del nuovo comandante

Clima sempre più avvelenato, in Comune, a causa del pasticcio sulla nomina del nuovo comandante della polizia locale. Tanto che, è notizia di ieri, al consigliere comunale del Pd, Raffaele Grieco, sull’argomento è stata recapitata una lettera anonima. Pochissime le informazioni filtrate sul contenuto, anche se vi è sicuramente più di un velenoso riferimento alla nomina del dirigente all’Informatica, Giovanni Fazio, quale comandante pro-tempore del Corpo.
Grieco, che ha trovato la missiva

all’interno della casella personale in Comune, ha liquidato l’accaduto con poche parole. Ma, nel contempo, ha squarciato il silenzio della maggioranza sulla questione generale del caso Fazio-Aiello. «Non voglio dare peso a una lettera anonima – ha detto ieri – Dico soltanto che vi sono alcuni riferimenti al caso dei vigili e ad altre questioni legate al personale in Comune. Ma non voglio enfatizzare il gesto di chi sparge veleno». Altro discorso, come detto, la questione in sé della contestatissima gestione dell’avvicendamento a capo dei vigili di Como.
«Non si è operato bene e lo si è fatto pure in ritardo – ha detto – Credo che l’assessore al Personale, Gisella Introzzi, ora ci debba delle spiegazioni rispetto a molti punti ancora da chiarire. È chiaro che la vicenda non è chiusa».

E.C.

Nella foto:
Continua a determinare scossoni, anche politici, la recente nomina del dirigente all’Informatica, Giovanni Fazio, a comandante pro-tempore della polizia locale. Una decisione dell’amministrazione che, a dispetto de fatto che l’addio dell’ex comandante Vincenzo Graziani fosse noto già dal mese di maggio, è stata tardiva e molto contestata da più parti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.