Vigili, stop alla pattuglia notturna

Una pattuglia della Polizia locale allo stadio Sinigaglia

Una pattuglia della Polizia locale allo stadio Sinigaglia Una pattuglia della Polizia locale

Addio alle pattuglie notturne dei vigili urbani di Como. Con ogni probabilità già dal primo ottobre, infatti, il servizio di controllo, 24 ore al giorno, garantito dalla polizia locale per due notti alla settimana – solitamente in concomitanza con i week end – terminerà definitivamente. Il nuovo orario, ormai quasi ultimato e frutto di mesi di incontri e discussioni con i sindacati, prevede infatti per tutta la settima un prolungamento dell’orario degli agenti in servizio fino alle 2, ma non sarà attivo il servizio di vigilanza nelle ore notturne dei mesi scorsi. «L’intento è questo, lo confermo – ha detto il comandante della polizia locale di Como, Donatello Ghezzo – Abbiamo voluto rivedere l’orario serale dei vigili e abbiamo deciso di eliminare il pattugliamento in essere per 24 ore al giorno per due o tre notti a settimana, che era stato attivato mesi fa. Questa rimodulazione degli orari di servizio consentirà di recuperare due agenti negli orari diurni». Voce fortemente contraria, già da diversi mesi, quella di Marco Butti, consigliere comunale di Fratelli d’Italia. «Il 15 febbraio il consiglio approvava un nostro ordine del giorno che impegnava il sindaco ad adoperarsi per estendere il servizio notturno della polizia locale lungo tutto l’arco della settimana. Ma avevamo avuto il sentore che qualcuno agiva in un’altra direzione e, puntualmente ciò è accaduto. Dall’inizio di ottobre non solo non ci sarà l’estensione lungo la settimana ma il servizio cesserà anche nelle due notti durante le quali veniva invece garantito. Alla faccia della prevenzione e del rispetto del consiglio comunale da parte di una giunta che ama rispettare gli ordini del giorno votati dal consiglio solamente quando fa comodo», commenta la notizia Marco Butti.

Articoli correlati