Villa Balbianello adesso è più attraente

alt

Tesori del lago

Un tesoro lariano da scoprire con una nuova via d’accesso e un contesto paesaggistico più fruibile e a misura di turista, anche in vista di Expo 2015.
È Villa Balbianello, sul Dosso del Lavedo. Ieri sono stati presentati i lavori promossi e realizzati dal Fondo Ambiente Italiano nell’ambito del progetto integrato Ecolarius, coordinato dal capofila Provincia di Como e cofinanziato con fondi europei.
Si tratta di interventi volti alla valorizzazione dei patrimoni, all’attivazione

e al potenziamento di circuiti tematici di visita, quale è quello delle ville storiche lariane, e alla creazione di un sistema culturale, organizzato e ben riconoscibile.
Grazie ai fondi si è provveduto alla sistemazione dell’unica via di accesso carraio alla villa che fu dell’imprenditore ed esploratore Guido Monzino, dando la possibilità ad un pubblico più vasto, comprese le persone con particolari difficoltà motorie, di godere della bellezza del luogo. L’intervento di riqualificazione della strada, che si sviluppa per una lunghezza totale di 887 metri, ha previsto sul tratto a maggior pendenza la realizzazione di nuove cunette laterali per lo smaltimento delle acque e il totale ripristino del manto stradale.
Inoltre sul Dosso di Lavedo, promontorio boschivo che da anni versava in un mediocre stato conservativo e gestionale, con sentieri quasi del tutto impraticabili, l’intervento ha consentito il recupero forestale e la formazione di un percorso alternativo di accesso alla Villa, collegato alla rete dei percorsi già esistenti sul territorio, quale la “Greenway del Lago”.

Nella foto:
Un punto panoramico del Dosso del Lavedo dopo l’intervento di riqualificazione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.