Villa Balbianello, nuovi record “stellari” per il Fai
Cultura e spettacoli, Economia, Territorio

Villa Balbianello, nuovi record “stellari” per il Fai

 Record di presenze a Villa Balbianello in Tremezzina. Perla di un contesto paesaggistico, il centrolago, che vive un momento particolarmente favorevole e che si attrezza sempre più per prolungare la stagione turistica. Si punta ai dieci mesi di apertura delle strutture alberghiere consorziate. La dimora è la più gettonata tra i beni storici del Fondo Ambiente Italiano. Si veleggia (in attesa del consuntivo finale) sulle 113/115mila presenze quest’anno. La vicina Villa Carlotta è attualmente sui 198mila, l’anno scorso ha chiuso a 208mila.

Il Fai, proprietario da quasi trent’anni del bene Balbianello, ricevuto in eredità dall’imprenditore Guido Monzino (il 2 marzo il Comune gli intitolerà nel 90° dalla nascita la via a lago che porta dal centro di Lenno al cancello) ha presentato ieri un ricco programma di iniziative promozionali per destagionalizzare, tra autunno e inverno. «Il momento è favorevole per il nostro turismo – ha sottolineato l’onorevole Mauro Guerra, sindaco di Tremezzina, commentando i risultati – Lavoriamo tutti insieme per consolidare il risultato e offrire sempre servizi e accoglienza di assoluta qualità».

I visitatori, in crescita rispetto a un 2016 che già era stato un anno record, sono per la stragrande maggioranza (87%) stranieri, provenienti nell’or – dine da Regno Unito, Francia, Nord Europa, America, Australia, Paesi Orientali, Spagna, Germania, Russia. Novità assoluta una presenza dal Kazakistan. Merito anche di Guerre Stellari, che ha girato qui nel 2002 scene dell’Episodio II – L’attacco dei cloni . Memori degli amori hollywoodiani di Anakin Swywalker e Padmé Amidala, qui pronunciano il loro “sì” incorniciati dalla spettacolare loggia del Cardinal Durini tante coppie, Vip e non (lo scorso giugno si è sposato l’asso del Manchester United Chris Smalling).

L’indotto è d’oro: solo per i matrimoni la Tremezzina, ha detto ieri il sindaco Mauro Guerra, ha un effetto volano di «vari milioni». E la Camera di Commercio di Monza e Brianza ha certificato che solo per le “Giornate di primavera” del Fai in Tremezzina l’indotto è di 4 milioni di euro. Cifre importanti, che qualificano l’area come una delle più attrattive per il turismo culturale anche in chiave di mobilità dolce. Contando anche compleanni, anniversari e cene aziendali, al Balbianello ci sono stati in tutto circa 140 eventi quest’anno.

Dopo il più che positivo bilancio dell’apertura invernale lo scorso anno, il Fai ripropone ora l’esperienza nei giorni festivi e nei ponti dall’8 dicembre fino all’Epifania. Nel 2016 erano stati ben 3.400 i visitatori “in – vernali”, il doppio del previsto, di cui 2mila residenti. L’inizia – tiva è resa possibile anche grazie alla collaborazione con l’as – sociazione “Amici del presepe” – sezione Tremezzina – che realizzerà nella Loggia Segrè un allestimento della Natività del tutto particolare. Come detto a Monzino, che fu il primo a portare la bandiera italiana al Polo Nord e in cima all’Everest, innamorato del Balbianello fin da bambino, il Comune dedicherà la via Commedia che porta alla villa da Lenno. Il 2 marzo l’intitolazione ufficiale. Ieri il villa c’era anche Rita Ajmone Cat, amica personale del mecenate e sua biografa: «Monzino non era un mondano, era riservato. Stava bene con le sue guide alpine. Avrebbe apprezzato tutto quello che il Fai sta facendo per valorizzare il suo lascito».

17 settembre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto