Villa Erba, positivo il bilancio di esercizio 2018. Adesso si punta a un aumento di capitale da 2 milioni di euro

Il polo fieristico di Villa Erba a Cernobbio

Villa Erba, il 2018 è l’anno in cui la società, dopo un lungo periodo di bilanci in rosso, ha chiuso con un risultato d’esercizio positivo, sostenuto dalla crescita sia dei ricavi, sia del margine operativo. Obiettivo raggiunto grazie a una serie di elementi, tra cui l’incremento del fatturato in misura di un +11% rispetto al 2017. Nelle voci di bilancio, quelle più significative riguardano un utile netto di 251.884 euro di cui 100mila relativi alla sola gestione caratteristica e un incremento dei ricavi di 737.000 euro. È quanto emerge dall’assemblea ordinaria dei soci di Villa Erba S.p.A. convocata lunedì scorso per l’approvazione del bilancio di esercizio del 2018. Ora si guarda al futuro e all’aumento di capitale previsto, pari a 2 milioni di euro. «Uno degli aspetti fondamentali è che ora, dopo anni di difficoltà possiamo parlare del futuro e di investimenti – dice il presidente di Villa Erba S.p.A. Filippo Arcioni – E mi rivolgo ai soci sia pubblici che privati, rimasti sempre al nostro fianco in passato, per invitarli a continuare il percorso insieme perché il futuro non potrà che essere positivo. Questo il senso dell’aumento di capitale da 2 milioni di euro. L’auspicio è che tutti i soci, pubblici e privati, rispondano convinti all’appello, in particolare Fiera Milano Congressi S.p.A per il supporto industriale che potrebbe rappresentare». Sarà dunque questo il passaggio decisivo nel piano generale di sviluppo per il triennio 2019 – 2021. Un piano degli investimenti che andrà a coinvolgere tutto il compendio, a partire dal Centro espositivo con un progetto di digitalizzazione e con l’installazione di un impianto fotovoltaico. Ma anche la Villa Antica con la realizzazione di un impianto di climatizzazione, atto ad incrementare il comfort anche nei mesi più critici dell’anno e l’area del Galoppatoio con il recupero e restauro funzionale delle serre. «Accanto a questi investimenti – del valore di oltre un milione di euro e focalizzati all’innovazione, alla sostenibilità economica e ambientale – potrebbero aprirsi nuove opportunità rivolte all’acquisizione o alla co-produzione di eventi fieristici da collocare nel compendio di Villa Erba – si legge nel documento – consentendo quindi alla società di assumere una diversa veste d’impresa». E l’anno in corso è iniziato bene. «I primi mesi del 2019 – ha aggiunto Piero Bonasegale, direttore di Villa Erba – sono positivi grazie anche alla sinergia con gli albergatori che hanno permesso la realizzazione di doiversi eventi importanti nei mesi invernali solitamente più complicati».
Infine durante il trascorso esercizio diversi eventi sono stati prodotti negli spazi di Villa Erba: a partire dalla produzione Netflix, “Mistery Murder”. Ciò ha creato un aumento dei giorni di occupazione sia della villa Antica: 158 giorni (+ 36,2% rispetto al 2017), sia del Centro espositivo: 167 giorni (+ 56,1% sul 2017).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.