Villa Geno torna in mano al municipio. Entro pochi mesi il bando di gara

alt Ieri pomeriggio il sopralluogo
Il Comune di Como riprende il pieno “possesso” di Villa Geno. Ieri pomeriggio, una delegazione di tecnici e amministratori di Palazzo Cernezzi ha effettuato il sopralluogo nell’immobile concesso in passato a una società finita poi in liquidazione.
L’edificio, ha detto Marcello Iantorno, assessore al Patrimonio del capoluogo lariano, «è apparso in normale stato di manutenzione. Abbiamo trovato all’esterno un gazebo che verrà rimosso nel giro di una decina di giorni e materiale vario

, nonchè una struttura da verificare a lato del giardino confinante con la Villa».
Gli arredi sono stati portati via quasi interamente, restano nell’immobile una cucina al piano terra, una seconda cucina al primo piano e un bancone da bar. Secondo l’assessore Iantorno, che in serata ha diffuso una nota stampa, «si è finalmente conclusa una vicenda molto lunga. Purtroppo la gestione è cessata dallo scorso mese di novembre e tuttora vi è un credito non riscosso di oltre 300mila euro – Il Comune – conferma ancora Iantorno – ha aperto un contenzioso avanti il Tribunale di Como e il Consiglio di Stato».
Nel giorno in cui Villa Geno torna nella disponibilità del municipio cittadino, la giunta pensa già a come organizzare il futuro della struttura.
«Ora procediamo nel modo più celere possibile per tentare di pubblicare un nuovo bando, una volta acquisite le certificazioni necessarie che prevediamo di ottenere non prima del prossimo mese di settembre – ha detto ancora Iantorno – In queste settimane alcuni operatori hanno mostrato interesse all’immobile per l’avvio di una attività qualificata e coerente con un luogo così prestigioso. Il nuovo contratto – conclude l’assessore – sarà caratterizzato da garanzie economiche e gestionali. Questo è un sicuro, doveroso impegno che pubblicamente ci assumiamo».

Nella foto:
I tecnici e gli amministratori comunali hanno fatto ieri un sopralluogo a Villa Geno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.