“Villa Olmo Festival”, spettacoli in riva al lago

Villa Olmo

Quello che solo poche settimane fa sembrava solo un sogno azzardato adesso è un programma reale denso di eventi. Il 30 giugno prenderà il via a Como la prima edizione del Villa Olmo Festival, manifestazione promossa dal Comune di Como in collaborazione con il Teatro Sociale – AsLiCo e con il coinvolgimento delle realtà culturali più attive sul territorio. Si tratta di 60 spettacoli tra musica, teatro, danza e cinema, in un programma molto articolato che darà spazio anche ai giovani con alcuni appuntamenti del Wow Music Festival (l’emergente Margherita Vicario che ha appena lanciato il nuovo album, Frah Quintale e Francesca Michielin, fresca di Sanremo).
«Finalmente dopo tanti mesi in cui abbiamo dovuto rinunciare alla socialità si riparte e si torna a sognare con la bellezza. in un contesto bellissimo. Ci saranno tante forme espressive, la musica, la danza, le arti performative che insieme a questa cornice immersa nella natura ci faranno tornare ad avere un rapporto con noi stessi e con quello che ci sta intorno e ci faranno riflettere sulla salvaguardia del creato, e intanto si consolida il rapporto del Sociale con il Comune – ha commentato ieri, presentando il festival a Villa Olmo, Simona Roveda, presidente del Teatro Sociale di Como – Da non mancare la prima del 30 giugno con il balletto di Béjart in una cornice bellissima come Villa Olmo e in prima europea».
Si tratta di “Pieces Courtes” con il Bejart Ballet Lausanne. Tra gli altri appuntamenti in programma, Paolo Fresu Devil Quartet il 1° luglio, Fabio Treves e la Treves Blues Band il 9 luglio, Davide e i Van De Sfroos il 10 luglio, Moni Ovadia in “Laudato Sì” il 13 luglio, I Legnanesi il 19 e 20 luglio, Andrea Pucci ne “Il meglio di…” il 7 agosto. Non mancheranno i richiami a Dante Alighieri, in occasione dei 700 anni dalla morte, e un omaggio ad Astor Piazzolla, nel centenario dalla nascita.
Gli spettacoli si terranno nel parco antistante la storica dimora neoclassica di via Simone Cantoni quindi vista lago.
«Dovendo garantire le distanze prescritte dalle regole anti-Covid e la presenza di un certo numero di posti legati a determinati eventi che pensiamo saranno sold out – ha spiegato ieri a Villa Olmo l’assessore alla Cultura del Comune di Como, Livia Cioffi – il retro della villa non permetteva di andare oltre le 400 sedie. I lavori nella parte posteriore della dimora comunque sono stati avviati e le transenne verranno tolte».
Il Comune rimarca che con il festival si è voluto rilanciare la storica dimora in modo corale e sinergico riunendo una ventina tra istituzioni compresa l’Estate Sforzesca 2021. Sono previsti anche sport e diverse discipline proposte ai visitatori, con l’aiuto delle associazioni e dei club sportivi comaschi, attività fisiche all’aria aperta (come ginnastica e risveglio corporeo nelle prime ore del mattino), oltre che un’area destinata a bambini e famiglie. Tutte le informazioni sul portale www.visitcomo.eu.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.