Villa Saporiti, 12 milioni di euro in meno per scuole e strade

altL’effetto dei tagli previsti dalla Legge di stabilità nel 2015
(m.d.) La scure della Legge di stabilità taglierà un terzo delle risorse finanziarie a disposizione della Provincia di Como nel 2015. Verranno così a mancare 12 milioni e mezzo di euro per garantire nel prossimo anno la copertura dei servizi di competenza di Villa Saporiti, dall’edilizia scolastica alla manutenzione delle strade, allo sgombero della neve dalle arterie lariane.
Il calcolo è stato fatto dall’Unione Province Lombarde (Upl) che ieri ha diffuso le proiezioni sul 2015 delle

misure previste nella Legge di stabilità in discussione in questi gironi al Parlamento.
«Nel bilancio 2015 delle nuove Province lombarde mancheranno in totale quasi 250 milioni di euro – ha detto Daniele Bosone, presidente di Upl e numero uno dell’amministrazione provinciale di Pavia – Si tratta di somme necessarie per garantire almeno il livello minimo dei servizi essenziali, quali la manutenzione di scuole superiori, di strade e ponti, la gestione delle funzioni ambientali che comprendono anche il sistema di protezione civile. Che cosa diremo agli oltre 350mila ragazzi lombardi se non potremo assicurare un adeguato diritto allo studio?».
D’intesa con Anci Lombardia, l’associazione che riunisce i Comuni della nostra regione, l’Upl chiederà al governo «una correzione di rotta per poter garantire i servizi fondamentali ai cittadini».
Per quanto riguarda la Provincia di Como i conti sono presto fatti. Stando alle proiezioni dell’Upl, nel 2015 Villa Saporiti potrà contare su un ammontare complessivo di entrate correnti pari a 78,8 milioni di euro, che, tenendo conto di una serie di vincoli sulla destinazione delle somme incassate, si tradurranno in una disponibilità di circa 50 milioni di euro.
Su tale ammontare, però, si abbatterà la scure della Legge di stabilità che, nel prossimo anno, taglierà ben 14 milioni di euro, riducendo così la somma disponibile a 36 milioni di euro. Denaro con cui Villa Saporiti dovrà far fronte a numerose voci di spesa: 14,3 milioni per il personale, altri 9 per rimborsare i mutui, quasi 20 per garantire il funzionamento delle scuole superiori, altri 5 per la manutenzione delle strade e lo sgombero della neve. Fatti i conti, all’appello mancheranno appunto 12 milioni e mezzo di euro.

Nella foto:
Villa Saporiti, sede della Provincia di Como. Pesanti i tagli previsti dalla Legge di stabilità per il 2015

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.