Villa Saporiti brinda alle birre lariane

Prodotti tipici – Lunedì prossimo a Londra medaglia d’oro e quattro bronzi per un’azienda brianzola
Il bouquet dei profumi e dei sapori del Lario si è arricchito di un ingrediente molto apprezzato da giovani e meno giovani, ossia la birra, nelle sue varie gradazioni e specialità. La bevanda, la cui produzione risale all’antichità, ha saputo in questi anni creare un legame speciale con il Lago di Como. Malto e luppolo hanno trovato sul nostro territorio estimatori e appassionati produttori che hanno saputo armonizzare le norme classiche della produzione con specialità locali, come ad esempio

le castagne e il miele, per creare prodotti particolari e di alta gamma. Sono circa una decina i birrifici artigianali attualmente attivi in provincia, di questi numerosi hanno ricevuto premi e attestati di qualità in Italia e all’estero.
Lunedì prossimo, 12 settembre, un riconoscimento speciale alla creatività dei mastri birrai comaschi sarà assegnato nell’ambito dell’International Beer Challenge di Londra, uno dei più autorevoli concorsi mondiali di birra. Che darà al “Birrificio Doppio Malto” di via Milano 9 a Erba la medaglia d’oro (unico produttore italiano nella kermesse di quest’anno) per la sua birra “Brass Weiss”, più 4 medaglie di bronzo per le “Old Jack, “Mahogany Ipa” “Bitterland” e “Rust Ale”. Proprio per lanciare a livello internazionale l’eccellenza della birra lariana l’assessore al Marketing territoriale della Provincia di Como, Achille Mojoli, ha lanciato un inserto speciale sul tema che uscirà in collaborazione con la Provincia di Lecco sul periodico “Magic Lake”. Nel prossimo ottobre, con il titolo “A tutta birra sul Lago di Como”, l’iniziativa proporrà una mappa dettagliata dei sette principali birrifici del territorio e delle loro specialità.
«Proporremo percorsi enogastronomici per andare alla scoperta della nostra provincia – dice Mojoli, che confessa una predilezione per le birre rosse – Saranno tour adatti a ogni tipo di pubblico. E per molti comaschi, specie giovani, la produzione di birre può diventare da semplice passione una vera opportunità di lavoro. Anche all’estero».

Nella foto:
Sul Lario opera una decina di aziende nel settore della birra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.