Ville del Lario e della Brianza: fascino romantico da gustare. Informazioni, orari, consigli utili

Villa Bagatti Valsecchi Grandola

La bellezza del Lario e della Brianza si manifesta nelle sue antiche dimore. Ecco qualche appuntamento per toccare con mano alcune tra le più belle e note ville del territorio.
Sabato 27 aprile, sul Lago di Como, l’associazione Villago propone una visita a Villa Bagatti Valsecchi a Grandola ed Uniti. Edificata nell’antico borgo di Cardano, la dimora si presenta come una struttura ottocentesca caratterizzata da un’intatta atmosfera romantica d’altri tempi. La visita andrà alla scoperta sia degli arredamenti interni dell’epoca, sia dei giardini terrazzati a precipizio su un profondo burrone attraversato dal torrente Sanagra. Si consigliano scarpe e abbigliamento comodo. Ritrovo alle 15.30 in via Galbiati 11 a Grandola e Uniti. Costo 18 euro a persona con prenotazione obbligatoria (338.3090011; e-mail: info@villago.it).
Domenica 28 aprile, dalle 10 alle 11.30, le Serre e il Parco di Villa del Grumello a Como si animano con attività per grandi e piccoli. In programma lezioni di Qi gong a cura dell’associazione Fisiq-Kyp. Seguirà un’esibizione dei Corni delle Alpi Svizzere. Dalle 15 alle 16.30, appuntamento nell’Orto del Grumello per la semina e la messa a dimora delle erbe aromatiche. Prenotazione consigliata: parco@villadelgrumello.it. Villa Fogazzaro Roi a Valsolda, bene del Fai, domenica 28 aprile, dalle 14.30, propone una visita guidata arricchita da un incontro con lo storico custode della dimora che mostrerà ai visitatori le regole del bon ton per l’apparecchiatura della tavola, secondo le indicazioni del Marchese Giuseppe Roi. Un percorso tra stoviglie ottocentesche, posate d’epoca fogazzariana e tovaglie di fiandra. Ingresso: 8/17 euro. Info: 335.7275054; faifogazzaro@fondoambiente.it.
Nel Lecchese, domenica 28 aprile, le mete sono Villa Calchi e Villa La Vescogna a Calco, due tra le dimore più antiche della Brianza. I visitatori parteciperanno a un percorso storico-artistico che passerà da una villa all’altra tra saloni affrescati del Cinquecento e giardini terrazzati.
Nel corso della visita verrà rievocato il soggiorno in Villa Calchi di Leonardo da Vinci, ospite dell’omonima famiglia durante gli studi sulla navigabilità dei fiumi. Ritrovo in via Ghislanzoni, alle ore 15, a Calco Superiore – località Vescogna. Costo: 15 euro. Prenotazione obbligatoria (338.3090011; info@villago.it).
Nel Milanese, da segnalare venerdì 26 aprile, un’altra proposta di Villago: una visita guidata con degustazione a Villa Torretta di Sesto San Giovanni. La dimora è considerata una delle più antiche ville milanesi, realizzata tra la seconda metà del ’500 e gli inizi del ’600 dalla famiglia Spinola Anguissola, passò poi ai Visconti, ai Serbelloni, agli Stanga e ai De Ponti. Nel 1903 i terreni e la villa vennero acquistati dai Breda, che vi costruirono l’omonimo stabilimento. L’antico Oratorio vanta affreschi seicenteschi di Simone Barabino. Al termine della visita, degustazione di “risotto allo zafferano” con lo chef Angelo Nasta, già collaboratore di Gualtiero Marchesi, che illustrerà la ricetta. Ritrovo alle 17.30 in via Milanese 3 a Sesto San Giovanni. Costo: 35 euro a persona con prenotazione obbligatoria al 338.3090011.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.