Cronaca

Vince Maria Rita Livio «Le priorità? Il bilancio e la riorganizzazione»

altL’esito delle urne
Sconfitto l’azzurro Andrea Maspero

Donna d’azione e poco incline ai festeggiamenti, il nuovo presidente della Provincia di Como, Maria Rita Livio, è arrivata a Villa Saporiti poco dopo le 12.30 di ieri.

 E mentre al primo piano proseguivano le operazioni di riconteggio dei voti che stanno causando alcuni malumori, la presidente Livio, per la prima volta in veste ufficiale, ha spiegato cosa ne sarà dell’ente di via Borgovico. Un mazzo di fiori, dono per la vittoria, la fa arrossire per un attimo ma immediatamente prevale lo spirito pratico.

«Sono abituata a lavorare. L’impegno costante con il quale penso di aver sempre affrontato l’incarico di sindaco a Olgiate Comasco verrà riproposto anche qui in Provincia – spiega Maria Rita Livio – Il compito che ci aspetta è arduo ma conto sull’aiuto della squadra e sulla collaborazione anche di quanti sono stati esclusi ma fanno parte del gruppo del Pd. Siamo colleghi e lavoriamo per lo stesso scopo».
Con la vittoria della Livio, il centrosinistra, che già governa il capoluogo con la giunta guidata da Mario Lucini – nella cui compagine è appena entrata Savina Marelli, la segretaria provinciale del Pd – ha alzato ora il proprio vessillo anche su Villa Saporiti.
Inevitabile domandare quali saranno i primi impegni. «Innanzitutto andrà subito analizzato nel dettaglio il bilancio e bisognerà fare un ragionamento sulla riorganizzazione degli uffici», dice il nuovo presidente che, siparietto curioso, una volta entrata nel suo ufficio è rimasta sorpresa nel vedere su un mobile la statua di Alberto da Giussano con tanto di spada sguainata, simbolo per eccellenza del Carroccio e lasciata dal predecessore Leonardo Carioni.
Tanti i temi scottanti, a partire dalla variante della Tremezzina, opera attesa da decenni che sembrerebbe – il condizionale è obbligo viste le difficoltà nel reperire parte dei fondi necessari – imminente. «È in assoluto la priorità numero uno per il territorio. Noi ci siamo già battuti in passato quando eravamo in minoranza. Poi ci si è compattati per riuscire a raggiungere l’obiettivo. Importante l’opera dei nostri deputati a Roma. Penso che la Regione debba fare la sua parte nel reperire i milioni di euro mancanti per far partire il piano nei tempi prestabiliti».
Maria Rita Livio (Pd, sindaco di Olgiate) è stata eletta con 41.819 voti ponderati contro i 40.610 di Andrea Maspero (Forza Italia, sindaco di Pusiano). Dei 1.744 amministratori aventi diritto al voto, domenica si sono recati alle urne in 1.383, pari al 79,29%.
Ieri il segretario del Pd lombardo, Alessandro Alfieri, dopo aver fatto gli auguri ai neopresidenti eletti, ha detto che «il nostro impegno sarà ora quello di portare a compimento la riforma istituzionale di questo Paese cercando di dare servizi migliori ai cittadini».
In serata ha parlato anche Alessandro Fermi, coordinatore provinciale di Forza Italia. «Grazie Andrea (Maspero, ndr) sei stato epico: perdere con il 49,6% e avendo ricevuto il consenso del 55% degli elettori (723 amministratori contro i 590 della Livio) non può non lasciare l’amaro in bocca. Abbiamo dato il massimo. Più di così non si poteva fare».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:

Villa Saporiti (foto Fkd)

14 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto